Il 99% degli italiani teme per il lavoro. Toccata dalla crisi una famiglia su 4

Il lavoro resta il fulcro delle preoccupazioni nelle famiglie italiane, con una famiglia su quattro toccata dalla crisi. Anche se complessivamente il livello di preoccupazione sul futuro economico del Paese comincia a scendere, le prospettive sul proprio lavoro restano elevate. Il 99% della popolazione, praticamente tutti, si dice preoccupato.

Sono due su dieci, inoltre, le famiglie colpite dai licenziamenti. I dati sono resi noti dall'osservatorio Confesercenti-Ispo. La ricerca rivela che il 25% delle famiglie italiane è stato direttamente coinvolto dalla crisi, per la perdita di posto di lavoro o per la messa in cassa integrazione di uno dei propri componenti. Un dato in significativo aumento (+11%) rispetto a novembre 2011. Il livello di preoccupazione per la situazione economica coinvolge tutta la popolazione, ma rispetto a novembre 2011 calano di 8 punti percentuali coloro che si dicono molto preoccupati. Raddoppia la percentuale di italiani che intravede una ripresa dell'economia nel prossimo anno: dal 19% di novembre 2011 al 42% di oggi, mentre il 99% degli intervistati si dice preoccupato per l'andamento dell'occupazione: calano leggermente i “molto preoccupati” (che passano dal 71% di novembre al 68% di oggi) ma aumenta chi si dice “abbastanza preoccupato” (dal 26% al 31%). Praticamente scomparsi i “sicuri”: adesso chi si definisce “poco preoccupato” è solo l'1%.

Fonte: www.figliefamiglia.it

Condividi questo articolo