Il "Pacchetto fiscale"

Il Governo – nella riunione del Consiglio dei ministri che si è tenuta il 21 maggio scorso a Napoli – ha approvato un decreto-legge contenente misure per alleggerire il carico fiscale delle famiglie.

Cancellazione ICI prima casa
A decorrere dall'anno 2008 (quindi già dal prossimo giugno) non deve più essere pagata l'imposta comunale per l'abitazione principale. L'esclusione non riguarda le abitazioni principali di lusso (categoria A1, A8 e A9) per le quali continuano comunque ad applicarsi le detrazioni vigenti.
Il costo dell'operazione è 2.500 milioni di euro per ciascuno degli anni 2008, 2009, e 2010; a decorrere dall'anno 2011 si provvederà con la legge finanziaria.
Le ripartizioni ai singoli Comuni verranno decise in sede di Conferenza Stato-Città e applicate dal Ministro dell'Interno.

Detassazione straordinari
Al fine di incrementare la produttività del lavoro, nel secondo semestre 2008 a partire dalla busta paga di luglio, lo straordinario e i premi di produttività dei dipendenti nel settore privato sarà tassato del dieci per cento. La misura è valida per i redditi non superiori a 30 mila euro. Il provvedimento è stato emanato in via sperimentale e dura fino a dicembre 2008.

Tassi mutuo
Con una apposita convenzione con l'ABI vengono definiti i criteri di rinegoziazione dei mutui a tasso variabile, la cui rata su richiesta del cliente può scendere al tasso del 2006. La Convenzione diventa operativa entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del Decreto Legge varato dal Consiglio dei ministri il 21 maggio scorso e in attesa di essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Fonte. www.governo.it

Condividi questo articolo