Il risparmio energetico, finanziamenti dalle banche

Le banche sono sempre più attente al risparmio energetico, offrendo incentivi sui finanziamenti a chi volesse predisporre per la propria abitazione impianti a basso impatto ambientale. Secondo le stime l'81% del sistema bancario offre prodotti finanziari che aiutano a combattere il riscaldamento del pianeta e i cambiamenti climatici. Inoltre più del 70% delle banche ha ottenuto una certificazione ambientale.

Banca Sella per esempio, offre ai propri clienti finanziamenti a tassi agevolati per gli interventi sull'abitazione finalizzati al risparmio energetico, come la sostituzione di vecchie caldaie, l'isolamento termico, l'installazione di pannelli solari. Tali finanziamenti sono applicati anche per coloro che decidono di comprare un'auto ecologica in sostituzione di una euro 0 o euro 1. Il gruppo Intesa Sanpaolo, invece, consapevole dell'impatto che le proprie filiali hanno sul territorio e sull'ambiente, aderisce a campagne di sensibilizzazione ambientale e si propone di ridurre le proprie emissioni. Questa linea non è solo un buon proposito, visto che il gruppo, è l'unica impresa italiana che è rientrata nella classifica delle 100 aziende più sostenibili redatta da Corporate Knights e ha vinto nel 2009, il premio di Legambiente 'l'innovazione amica dell'ambiente'. La tematica relativa all'energia pulita sta diventando sempre più attuale, così come diventa più semplice ottenere finanziamenti agevolati che incentivino gli interventi di privati, ma anche di imprese, alla diffusione delle fonti energetiche rinnovabili.

Grazie all'accesso agevolato al credito cittadini e imprese possono adottare concretamente forme di risparmio energetico; prima di scegliere quindi il prossimo finanziamento per eseguire dei lavori di ristrutturazione in casa, è bene tenere in considerazione anche le proposte di prestiti personali  finalizzati alla diffusione dell'energia pulita e a minore impatto ambientale.

Per un confronto sui prestiti personali visita il sito Supermoney.eu, così come se desideri effettuare una comparazione di tariffe di luce e gas.

Fonte: helpconsumatori.it

Condividi questo articolo