Il Tar conferma le multe per il caro-latte

Arriva la conferma del Tar del Lazio: Milte Italia Humana Italia, Heinz Italia, Plada, Nutricia Italia e Nestlé Italiana sono state multate per aver posto in essere un cartello anticoncorrenza per mantenere elevati i prezzi del latte, fino al 300% in più rispetto ad altri Paesi europei.

Questa mattina é stato infatti pubblicato il dispositivo della sentenza, mentre per i prossimi giorni si attende la pubblicazione delle motivazioni che hanno portato i giudici amministrativi a respingere i ricorsi proposti dalle aziende produttrici di latte in polvere.

Come si ricorda, nell'ottobre scorso l'Autorità garante della concorrenza e del mercato sanzionò per 9.743.000 euro i principali produttori, ritenendoli responsabili di aver dato vita a “un'intesa restrittiva della concorrenza nel periodo 2000-2004, concordando il mantenimento di elevati livelli di prezzo per il latte per l'infanzia”. Le accuse in questione si riferivano soprattutto all'alto prezzo di vendita, rispetto alla media europea, del latte definito “di partenza e di proseguimento”. Tanto che le mamme italiane sborsavano anche 40 euro per una confezione di 900 grammi, contro circa 25 euro pagati negli altri Paesi europei.

Fonte: Mia economia

Condividi questo articolo