Incidenti "da bagno" sempre in aumento. Ecco come evitarli

Scivolare e cadere dalla vasca da bagno e dalla doccia sono i più comuni infortuni domestici al mondo. Si calcola che nei soli Stati Uniti capitino 120 casi gravi al giorno, cioè quelli per cui si finisce al pronto soccorso, senza considerare quelli di cui non si ha notizia, come le leggere lesioni. La maggior parte delle vittime sono i bambini al di sotto dei 4 anni.

Ad affermarlo è una ricerca che sarà pubblicata nel prossimo numero di agosto della rivista Journal Pediatrics, e che aggiunge un'altra preoccupazione per i genitori all'elenco dei pericoli domestici. Recenti ricerche hanno mostrato che urtare i mobili è la causa di più di 200.000 infortuni tra i bambini ogni anno, mentre aumentano i pericoli delle attrezzature informatiche. L'anno scorso, uno studio ha rivelato un numero elevato di lesioni da caduta dei copriasse del WC sul pene di ignari bimbi piccoli. Una media di più di 43.000 bambini sono curati in ospedale ogni anno per questi tipi di lesioni, secondo lo studio.

Il nuovo studio si basa su un sondaggio rappresentativo a livello nazionale di infortuni vasca-doccia tra bambini e ragazzi con meno di 18 anni negli Stati Uniti. La nuova analisi mostra che i bambini fino ai 4 anni di età hanno il 50% di probabilità di subire infortuni cadendo da doccia o vasca da bagno. Circa il 60% delle lesioni sono state lacerazioni (tagli e lividi) e oltre il 20% sono state le distorsioni e altre lesioni. La parte del corpo più comunemente colpita è la testa, che rappresenta circa il 50% degli infortuni “da bagno”, seguita dal collo, circa il 15% delle lesioni.

Questo è perché i bimbi piccoli, quelli tipicamente feriti in vasche da bagno e docce, tendono a cadere in avanti. Hanno un baricentro alto, e tendono a sbattere la testa e la faccia, con conseguenti ferite e lacerazioni.

Di Marco Mancini

Fonte: www.medicinalive.com

Condividi questo articolo