Incidenti domestici: 400 mila i bimbi in ospedale

Dai dati elaborati dall'Istituto Superiore della Sanità, emergerebbe che ogni anno sono circa 400 mila i bambini che finisco in pronto soccorso a causa di incidenti domestici.

A rivelarlo è il sistema Siniaca, acronimo di “Sistema Informativo Nazionale sugli Incidenti in Ambiente di Civile Abitazione”, in funzione proprio presso l'Istituto Superiore di Sanità il quale, analizzando un campione di oltre 20 centri di pronto soccorso presenti a livello nazionale, e prendendo in esame i referti riferiti a bambini di età compresa tra 0 e 14 ani, ha evidenziato come l'ambiente domestico sia la prima causa di infortunio per i bambini, con una percentuale maggiore dei maschi rispetto alle femmine.

La stanza della casa più pericolosa in assoluto sarebbe la , seguita da cucina e soggiorno. Le cadute in camera, infatti, sono responsabili degli ingressi dei bimbi al pronto soccorso nel 53% dei casi, seguiti da urti, tagli e ustioni. Tra gli oggetti e i mobili più pericolosi per l'incolumità dei bambini, c'è in primo luogo proprio il letto, seguito da poltrone, divani, sedie, fasciatoi e seggiolini, soprattutto per i più piccini. Piccoli oggetti che vengono ingeriti rappresentano, invece, un pericolo per il possibile soffocamento, nei bimbi tra 1 e 4 anni. Molto frequenti, inoltre, anche gli avvelenamenti, le intossicazioni e, soprattutto, le ustioni maggiormente dovute all'utilizzo di acqua troppo caldo per il bagnetto o al rovesciamento di pasti caldi.

Dati i risultati, i pediatri consigliano ai genitori di fare molta attenzione, non lasciando mai soli i bambini e posizionando gli oggetti possibilmente pericolosi, in ripiani alti nei quali non possono arrivare. è, inoltre, importante osservare il comportamento del bambino dopo che si è fatto male: se subito dopo la caduta, ad esempio, il bimbo non piange ma, al contrario, ride o smette di piangere poco dopo, allora non è il caso di preoccuparsi più di tanto, viceversa se il pianto persiste è segno che il dolore è ancora forte e allora è il caso di fare attenzione soprattutto se il bimbo vomita o perde i sensi. In questi casi, dunque, fondamentale è recarsi al pronto soccorso per un pronto intervento.

Corrada Rossi

Fonte: http://donna.befan.it

Condividi questo articolo