Inflazione in Eurolandia a luglio calo record: -0,7%

I dati di Eurostat mostrano il raffreddamento dei prezzi più forte dall'introduzione della moneta unica. L'Italia è a -0,1%

 

Calo record dell'inflazione a luglio in Eurolandia, oltre le stime del mese scorso: secondo i dati diffusi oggi da Eurostat, a luglio il tasso annuo d'inflazione è stato pari a -0,7%, un risultato mai registrato dall'introduzione della moneta unica. Un anno fa il tasso d'inflazione era al 4%. In Italia, secondo i dati, l'indice dei prezzi al consumo a luglio è sceso a -0,1%, mentre un anno fa era al 4%.

Nell'Unione a 27, l'inflazione annuale è stata dello 0,2% a luglio, quando a giugno era allo 0,6%. Un anno fa, il tasso era al 4,4%. Rispetto a giugno, è a -0,5%.

Eurostat ha registrato il tasso più basso di inflazione in Irlanda (-2,6%), Belgio (-1,7%) e Lussemburgo (-1,5%) e il più alto in Romania (5%), Ungheria (4,9%), Polonia (4,5%). Rispetto a giugno 2009, l'inflazione annua è calata in 20 Stati membri, rimasta stabile in uno e aumentata in cinque.

La media annua più bassa degli ultimi dodici mesi, fino al luglio scorso, è stata quella di Portogallo, Irlanda (0,5%) e Germania, Francia e Lussemburgo (1,1%), mentre quella più alta in Lettonia (8,8%), Lituania (7,8%) e Romania (6,6%).

Nella zona euro, i prodotti principali con il tasso annuo più alto sono alcol e tabacco (4,4%), beni e servizi (2,1%) e casalinghi (1,7%). Mentre il tasso più basso è stato registrato per i trasporti (-5,5%), case (-1,8%) e alimenti (-1%).
( 2009)

Fonte: repubblica.it

Condividi questo articolo