Inglesi in allarme: le lampadine a risparmio energetico producono mal di testa

La luce di lampadine a risparmio energetico può causare attacchi di emicrania. A lanciare l'allarme nel Regno Unito è l'organizzazione Migraine Action Association, dopo che numerosi membri di quest'associazione hanno lamentato mal di testa provocati dalle lampadine fluorescenti.

 
Nello sforzo di ridurre le emissioni di anidride carbonica, lo scorso settembre il ministro dell'Ambiente britannico Hilary Benn ha annunciato la messa fuori commercio delle lampadine ordinarie entro il 2011. Ma c'è chi teme che il provvedimento aumenterà il rischio di attacchi in persone affette da epilessia o altri problemi di salute. Molti pazienti hanno infatti accusato disagi, come perdita di concentrazione e forti giramenti di testa derivanti dall'uso di lampadine a basso consumo.
Nel Regno Unito a soffrire di attacchi di emicrania sono sei milioni di persone. “In alcuni soggetti gli attacchi sono provocati da luci fluorescenti, schermi del televisore, luci psichedeliche o intermittenti. La maggior parte delle lampadine a risparmio energetico disponibili oggi si basa sulla tecnologia della luce fluorescente”, ha spiegato Paul Jansen, della Migraine Action Association. “Speriamo che il governo farà in modo che le lampadine convenzionali restino in vendita per coloro che ne hanno bisogno”.
Le lampadine ecologiche, che possono costare cinque volte quelle tradizionali ma usano solo un quarto dell'energia e durano molto più a lungo, si avvalgono di una tecnologia simile a quella delle luci al neon, e alcuni utilizzatori hanno denunciato un effetto intermittente della luce emessa.
La Lighting Association, associazione britannica che fornisce illuminazione eco-compatibile, ha negato che le lampadine a basso costo possano essere affette dal fastidioso sfarfallìo. “Lampade fluorescenti compatte emettono una luce costante, priva di intermittenze o effetti stroboscopici”, ha detto il portavoce Jo Jackson. “Ci hanno riferito di un ristretto numero di casi di persone che hanno avuto reazioni negative ad alcuni tipi di lampade fluorescenti. Questi episodi sono stati quasi certamente provocati dall'uso di vecchie tecnologie”.

Fonte: gazette.it

Pubblicato da: fiore

Condividi questo articolo