Irlanda: divieto di vendita per la nimesulide

L'Agenzia del farmaco irlandese ha deciso lo scorso 15 maggio di sospendere la vendita dei farmaci a base di nimesulide, un potente anti infiammatorio. La decisione è stata presa in seguito alla segnalazione di sei casi di insufficienza epatica grave, che hanno richiesto un trapianto di fegato, in pazienti che ne avevano fatto un uso prolungato nel tempo. L'Agenzia irlandese ha chiesto al comitato di esperti per le specialità medicinali dell'Agenzia europea del farmaco (Emea) di sottoporre il farmaco a una nuova valutazione sulla base di quanto successo.

Farmaco della categoria FANS (anti infiammatorio non steroideo), è in vendita in Italia solo su ricetta medica dal 1985 sia come farmaco di marca (ad esempio l'Aulin) che come generico. Rappresenta una vera e propria particolarità farmaceutica: il nostro paese infatti assorbe da solo il 60 per cento del consumo mondiale di questo principio attivo, che invece è già stato ritirato dal mercato in Finlandia e Spagna.

L'Aifa sottolinea che i problemi di tossicità per il fegato erano già stati valutati dall'Emea nel 2003, che però aveva ritenuto i benefici dati dal farmaco superiori ai rischi della sua assunzione.

Come già messo in evidenza in ST 62 del giugno 2006, ricordiamo che la nimesulide richiede ricetta medica proprio perché i suoi effetti collaterali (e in particolare quelli al fegato) sono più pesanti di quelli degli altri anti infiammatori. Quindi assumetela solo su espressa prescrizione del medico, subito dopo i pasti perché come altri FANS ha un'azione lesiva anche sulle pareti dello stomaco, evitando il consumo di alcolici e rispettando le dosi consigliate. è sconsigliato a bambini, donne in gravidanza e allattamento e persone con problemi al fegato.

Inoltre prendetelo solo per il più breve tempo possibile e se vi avanza a casa qualche confezione non usatelo a sproposito: meglio prendere analgesici meno potenti, come il paracetamolo, l'ibuprofene, il naproxene e l'acido acetilsalicilico e ricorrere alla nimesulide solo dopo aver avuto l'ok del medico.

Fonte:www.altroconsumo.it

Condividi questo articolo