Italiani tradizionalisti anche a colazione

Levateci tutto, ma non la prima colazione. Gli italiani si confermano tradizionalisti anche al momento del risveglio.

 

Questa la fotografia scattata dall'Istat, che ha esaminato le nostre abitudini alimentari nelle prime ore della giornata. La colazione deve essere “adeguata”, vale a dire non un rapido spuntino associato a caffé o tè, ma un pasto vero e proprio, in cui vengono assunti alimenti più sostanziosi: latte, cibi solidi come biscotti, pane o cereali. Ma vediamo più nel dettaglio. Dati alla mano risulta che la quota di chi consuma una sostanziosa colazione è pari al 78,5% della popolazione. Ma contrariamente alle aspettative, si tratta di un'abitudine più diffusa al Centro (82,3%) e al Nord (80,5%) rispetto al Mezzogiorno, fanalino di coda della Penisola con solo il 74%. Le differenze non finiscono qui: ad adottare questo comportamento salutare sono più le donne che gli uomini (81,2% contro il 75,7%). Nell'infanzia, poi, le quote sono molto più elevate rispetto alla media.

Fonte: La tua Salute

Condividi questo articolo