Kilocal: censurata per la quinta volta la pubblicità. Nessun quotidiano riprende la notizia. Distrazione di fine anno o opportunismo?

Bocciata per l'ennesima volta la pubblicità di Kilocal, l'integratore alimentare di Pool Pharma che da anni colleziona censure per le bugie raccontate nei messaggi. Come al solito il lancio del nuovo integratore (KilocalArmonia donna) è stato massiccio ed è apparso sulle pagine dei principali quotidiani nazionali.

Il prodotto contiene un estratto di trifoglio rosso che secondo l'azienda “aiuta a ridurre il calo del desiderio“, e serve”per ritrovare l'equilibrio e l'armonia della coppia“. 

In realtà secondo l'Istituto di autodisciplina pubblicitaria il messsaggio pubblicizza effetti e proprietà che esulano da quelli ad esso riconoscibili. Espressioni come Per ritrovare l'equilibrio e l'armonia della coppia”, “aiuta a ridurre i cali di desiderio” attribuiscono al prodotto proprietà non dimostrate. Siamo di fronte a frasi sensa senso prive di supporto scientifico che Kilocal usa abitualmente nelle sue  pubblicità. Anche la promessa di “combattere vampate di calore e sbalzi d'umore” è assolutamente  inventata.

La tragica realtà Kilocal è che  siamo di fronte al tipico caso di un'azienda pluricondannata  che ridicolizza l'operato dell'Istituto di autodisciplina pubblicitaria e dell'Autorità garante della concorrenza del mercato continuando la promozione dei suoi prodotti utilizzando bugie.  Dal 2002 ad oggi  il prodotto ha collezionato quattro censure ( cinque con l'ultima) per motivi analoghi.

- Nel 2002 l'Antitrust condanna lo slogan in cui si diceva che”basta una pillola: di  Kilokal per sconfiggere il grasso”.

 - Nel 2003 nuova  censura dell'Antitrust perché l'integratore veniva descritto come “la compressa del dopopasto”, che ha la proprietà di eliminare le calorie in eccesso prima che si depositino sotto forma di grassi “. 

 - Nel 2004 Il Giurì dell'Autodisciplina Pubblicitaria ritiene ingannevoli le parole  di uno spot  che invita a  “Non rinunciare al piacere della tavola, Kilokal preso dopo i pasti… riduce le calorie”. 

  - Nel 2010 l'Antitrust censura il messaggio “Non rinunciare al piacere della tavola! Kilocal, preso dopo un pasto abbondante, riduce le calorie e sgonfia la pancia”.

Nell'ultima condanna del 2010 l'Antitrust ha condannato la società Pool Pharma a una multa di 200 mila euro, ma la cosa non ha creato scompiglio. Secondo l'Antitrust in due anni sono stati mandati in onda 8.975 spot (332 in Rai, 744 in Mediaset, 1188 a La 7 e 6711 su tv private), 377 annunci radio e sulla carta stampata& nbsp;in testate come: La Stampa , Il Giornale,  Gente, Gioia… sono apparse 200 pagine. Nonostante il corposo numero di condanne, nessun giornale allora ha pensato bene di informare i lettori.

L'aspetto tragico di questa storia è che le notizie delle condanne di Pool Pharma si trovano su pochissimi siti internet e su qualche blog. I direttori delle riviste, dei programmi televisivi e dei quotidiani si sottraggono al dovere morale di informare i lettori, dimenticando che secondo le norme deontologiche  il direttore è responsabile delle notizie e di quanto detto nella pubblicità.  

La censura è datata 18 dicembre 2012 ma nessuna traccia si trova in rete, forse si tratta di una distrazione, ma più probabilmente di una colpevole dimenticanza.

Roberto La Pira

Fonte: www. ilfattoalimentare.it

 

Condividi questo articolo