La coppia scoppia sui lavori di casa

Conflitti La prima causa di litigi è la gestione delle faccende domestiche Le donne preferiscono far tutto da sole perché lui fa perdere troppo tempo. ll segreto, invece, è «giocare insieme» La coppia scoppia tra le pareti domestiche e la principale causa è la gestione delle fatidiche faccende domestiche. Ben sei italiani su dieci (63%) ritengono infatti, secondo quanto emerge da un sondaggio promosso dall'osservatorio Spontex Homeloving Project, che la prima causa dei conflitti domestici nasce proprio per la cura della casa.

«Lei vuole avere tutto sotto controllo» (71%), «vuole fare tutto in prima persona» (66%), «sembra l'unica e sola padrona di casa» (59%) affermano gli uomini. «Lui non vuole fare nulla» (63%), «non mi aiuta mai» (61%), «vuole fare solo le cose che gli piacciono» (58%), sostengono invece le donne. E anche quando decidono di farle insieme, sulle pulizie di casa non si trova mai il momento che va bene ad entrambi tra le «lei» che vorrebbero farle solo la mattina e i «lui» che preferirebbero altri orari.
Condotto con 501 interviste telefoniche tra uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 65 anni, lo studio ha coinvolto oltre 70 esperti tra psicologi, sociologi, avvocati matrimonialisti, mediatori familiari, architetti e responsabili di associazione di categoria. E sono proprio sette esperti su dieci a ritenere, in linea con una tendenza che sta prendendo piede soprattutto in Usa e Regno Unito, che le faccende di casa possono trasformarsi in un collante di coppia. Il segreto, sostengono, è condividerle, «giocare insieme» e aiutare il partner in quelle che proprio non «digerisce».
Il 68% degli esperti è dell'avviso che l'organizzazione dei ruoli nella gestione delle faccende domestiche è il primo punto su cui fare leva per evitare i conflitti tra le pareti domestiche. E la base è la condivisione, cosa, che a sorpresa, sembra più difficile da accettare per le lei: sono soprattutto le donne a dire di voler fare le pulizie in solitudine, come sottolinea il 69,2% delle intervistate che commenta «lui non è di nessun aiuto», «è impacciato e mi fa perdere più tempo», solo per citare qualche risposta al femminile). I più propensi a condividere le faccende di casa sembrano essere invece gli uomini: solo il 32,9% degli uomini preferisce occuparsene da solo. Importantissimo, invece, ritiene il 71% degli esperti, che ciascuno dei due dia il proprio contributo, magari suddividendosi le faccende in base alle preferenze o in generale in base a ciò in cui riesce meglio.

Fonte: Il tempo .it

Condividi questo articolo