La domotica

La casa, luogo in cui si svolgono la maggior parte delle nostre interazioni sociali, deve evolvere con la stessa velocità con cui miglioriamo la nostra qualità della vita attraverso tecnologie più avanzate e correzioni delle abitudini verso atteggiamenti più ecocompatibili. Gli sviluppi tecnologici che si sono avuti in questi ultimi anni hanno fatto sì che soprattutto un settore in particolare venisse preso più in considerazione di altri per il miglioramento della qualità della vista domestica: la domotica.

La domotica, già attiva da diversi decenni, si occuppa della gestione interattiva di diverse attività che quodianamente dovremmo, altrimenti, svolgere manualmente. Il termine domotica, infatti indica l'automazione della casa, attraverso il controllo della maggior parte degli elementi che compongono l'ambiente domestico.

 La domotica, è una scienza interdisciplinare, che coinvolge per il suoi fini ultimi, settori quali l'informatica (soprattutto con lo sviluppo di internet), l'ingegneria edile, elettronica, l'architettura (l'estetica e la funzionalità)e in vari modi e misure molti altri settori.
La domotica essenzialmente nasce per svolgere alcune funzioni che diversamente verrebbero svolte manualmente. Questo permette di facilitare la vita domestica, aumentandone la qualità e risparmiando enormemente a livello energetico. Permette altresì di avere maggiore controllo della propria abitazione sia internamente che all'esterno, progettando fin dall'inizio sistemi di sicurezza personalizzati.


Per casa automatizzata e intelligente non si deve intendere per forza una casa stracolma di apparecchi elletrici e dispositivi tecnologici.Anzi grazie alla domotica, tutto quello che già era presente in una casa normale, viene integrato in pochi dispositivi che permettono il controllo generale su tutti gli ambienti, sintetizzando i mille pulsanti in interfacce facilmente gestibili.
Ma andiamo a vedere in concreto quali sono i vantaggi di avere una casa intelligente.


 

Prima di tutto una casa che si stata realizzata con lo scopo di migliorarne gli aspetti energetici sotto ogni punto di vista acquista a livello immobiliare maggiore valore economico. Questo è sancito da una direttiva europea UNI EN 15232 (incidenza dell'automazione, della regolazione e della gestione tecnica degli edifici) recepita in Italia dall'obbligo scattato dal 1° Luglio 2009 da aprte dei venditori di consegnare all'atto della vendita l'attestato di certificazione energetica dell'immobile (ACE).
Attraverso un sistema di casa domotica si può prevenire ed evitare di incorrere nei sovraccari elettrici dall'uso combinato di più elettrodomestici, oppure si può avere sotto controllo le condizioni ambientali esterne e interne.


Altro vantaggio è sicuramente quello di poter gestire tutti i sisitemi che compongono la propria casa: dal sistema di riscaldamento e condizionamento termicoilluminazione e sicurezza fino alla totale gestione del sistema di utilizzo di tutti gli elettrodomestici.
Si può tenere sotto controllo l‘impianto di ventilazione, il sitema anti-intrusione e anti- incendio anche se non si è in casa. Proprio questo è uno dei maggiori pregi della domotica. Grazie allo sviluppo di tecnologie fruibili ovunque, la presenza fisica non è più una caratteristica indispensabile, perchè sistemi di collegamento portatili (cellulari e computer) possono rispondere perfettamente alle proprie necessità.


Unico accorgimento assolutamente da non trascurare è quello di prevedere fin dall'inizio la possibilità di aggiornamente tecnologici da fare successivamente. Questo perchè a livello tecnologico molti strumenti diventano velocemente obsoleti ma se dotati di modalità di aggiornamento possono svolgere corretamente le loro funzioni per molti molti anni, andando così ad abbattere i costi che all'inizio possono sembrare eccessivi.

Fonte: per-la-casa.it

Condividi questo articolo