La guida sulla neve

In inverno, le basse temperature e la minore aderenza sulle strade rendono le condizioni di guida particolarmente difficili non solo in montagna.

Peculiartià dei pneumatici invernali

Quando il tempo è umido o freddo, le condizioni stradali possono rivelarsi particolarmente difficili, anche nei grandi agglomerati urbani.
Montare pneumatici invernali diventa un gesto elementare per la sicurezza di tutti. Infatti, quando il termometro scende sotto la soglia dei 7°C, i pneumatici estivi diventano meno performanti; la loro gomma, più dura a bassa temperatura, diventa meno aderente, il che si traduce con un allungamento della distanza di frenata sui terreni umidi o bagnati.

Test effettuati su strada innevata hanno dimostrato che a 50 km/h, la distanza di frenata con un pneumatico estativo di dimensione standard (195/65/15) è di 63 m, contro 40 m con un pneumatico invernale! A 80 km/h, la distanza in frenata con un pneumatico estivo è di 108 m contro 67 m con un pneumatico invernale. La differenza è maggiore con le 4×4 che, contrariamente a quello che si potrebbe pensare, non sono adatte alle strade bagnate. Se la motricità di una 4×4 è superiore a quella di una berlina tradizionale (si esercita su 4 ruote anziché su 2), per quanto riguarda la frenata, invece, non c'è differenza. Tenuto conto della potenza e del peso di questo tipo di veicolo, un equipaggiamento con pneumatici invernali, che consentono di guadagnare distanza in frenata, è quindi d'obbligo.

Test effettuati su strada innevata hanno dimostrato che a 50km/h, la distanza di frenata per un pneumatico estate di dimensione standard (195/65/15) è di 63m, contro 40m per un pneumatico invernale! Ad 80km/h, la distanza in frenata con pneumatico estate e di 108m contro 67m con un un pneumatico invernale. La differenza è maggiore con le 4×4 che, contrariamente a quello che si potrebbe pensare, tali e quali non sono adatte alle carreggiate bagnate. Se la motricità di una 4×4 è superiore a quella di una berlina tradizionale (si esercita su 4 ruote anziché su 2), per quanto riguarda la frenata, invece, non c'è differenza. Tenuto conto della potenza e del peso di questo tipo di veicolo, un equipaggiamento con pneumatici invernali che consentono di guadagnare distanza in frenata è quindi d'obbligo.

Un prodotto di alta tecnologia Ben diversi dai pneumatici da neve del passato, i pneumatici invernali attuali sono ideati per sopportare più facilmente le temperature bassissime e per aderire su tutti i tipi di terreno: strade umide, bagnate, innevate o ghiacciate. Disponibili in tutte le dimensioni, sono dotati di una struttura a lamelle fini* (5 volte più lamelle di un pneumatico estativo) che si aggrappa al rivestimento e di una scultura direzionale.
Per aumentarne l'aderenza, la loro gomma più morbida e più elastica si riscalda più velocemente in fase di marcia. Questi pneumatici, del resto, vanno gonfiati a 0,2 bar in più dei pneumatici estivi.

E non bisogna dimenticare che è importante equipaggiare le 4 ruote con i pneumatici invernali e non solo le 2 ruote avanti o dietro (altrimenti la vettura è squilibrata sull'anteriore o nel posteriore per la grande differenza di aderenza davanti-dietro). Infine, se il pneumatico invernale è efficace sulle strade in inverno, è anche molto performante sui suoli asciutti: potrà quindi terminare la sua carriera come un pneumatico normale, il che rende redditizio l'investimento effettuato in partenza. Tuttavia, la tecnica ha i suoi limiti: sul ghiaccio puro, persino il pneumatico invernale più performante non farà miracoli! è il comportamento al volante che deve a sua volta adattarsi!

Guidare in modo diverso in inverno

I pneumatici invernali non richiedono una guida specifica. Quando avrai equipaggiato la macchina con 4 pneumatici invernali nuovi al posto dei 4 pneumatici estivi usati, sentirai forse su strada una leggera sensazione di ondeggiamento nel volante. Questa sensazione scomparirà dopo qualche decina di chilometri, appena la struttura nuova del pneumatico si sarà adattata.

Sulle strade innevate o ghiacciate, il principio di base consiste in una guida molto dolce e senza movimenti bruschi a livello del volante, dell'acceleratore o del cambio marcia. è importante essere concentrati ma non contratti. Aumenta la distanza tra la tua auto e quella che ti precede, avrai così una visione migliore del traffico che consentirà di anticipare le tue azioni di guida.
I sistemi elettronici ABS (frenata d'emergenza), EPS (controllo di stabilità) e ASR (sistema antislittamento) procurano certo un'assistenza al guidatore ma non lo sostituiscono. Affidandosi troppo a questi sistemi si rischia di dimenticare il contesto e di guidare troppo velocemente. Bisogna restare vigili e concentrarsi sulla guida.

Va notato anche che la guida sulla neve è di solito più facile con una trazione anteriore il cui comportamento sarà piuttosto “sotto curva”: se acceleri troppo in curva, l'anteriore del veicolo girerà su un raggio più grande di quello che vuoi seguire. Con una propulsione, lo slittamento delle ruote posteriori sotto forte accelerazione conferisce al veicolo un comportamento che in curva si traduce con lo spostamento del retrotreno su un raggio più grande. Ma con qualunque tipo di veicolo, guidare sulla neve non presenta nessun problema dal momento che si è equipaggiati con pneumatici invernali e che si è consapevoli che la strada è scivolosa.

E le care vecchie catene?

 Se si montano pneumatici invernali, si può fare a meno delle catene nel 99% dei casi! Potrai partire quindi in vacanza con lo spirito tranquillo, senza dover mettere le catene a orari improbabili, a meno 10°, sul bordo della strada, a 5 km dalla tua stazione sciistica preferita! Le catene sono necessarie quando la quantità di neve è abbondante ma non superiore all'altezza sotto il pianale del veicolo. In condizioni estreme, la vettura finisce per poggiare su un materasso di neve e le ruote non possono più trascinare il veicolo.
Se metti le catene, non devi superare i 25 km/h. Appena la strada ridiventa asciutta, vanno tolte, altrimenti rischiano di distruggere il cerchio, il pneumatico, il passaggio di ruota e persino la carrozzeria…

*Le lamelle sono i disegni incisi sulla superficie della gomma.

Per saperne di più Ritrova i consigli di Bibendum:http://www.michelin.it/< /P>

Articolo della redazione di AutoScout24

Condividi questo articolo