La UE mette al bando i fosfati dai detersivi per il bucato. Dal 2015 stop anche nei detersivi per lavastoviglie

Addio fosfati anche neidetersivi domestici per lavastoviglie entro il 2015. E' quanto ha stabilito il Parlamento Europeo, che oggi ha detto stop a tali sostanze anche per lavare i piatti, oltre che per il bucato.

Tale decisione presa oggi dalla Commissione sicurezza, ambiente, salute pubblica e sicurezza alimentare del Parlamento europeo ha di fatto approvato la proposta di vietare l'uso di fosfati nei detersivi per il bucato per uso domestico a partire dal 1°gennaio 2013 di cui già vi avevamo parlato. Il comitato esaminatore ha però inserito all'interno della direttiva anche gli emendamenti che estendono le restrizioni sul divieto dei fosfati e composti del fosforo ai detersivi domestici per lavastoviglie a partire dal 2015.

Il problema dei fosfati, com'è stato già spiegato, non è da sottovalutare poiché tali sostanze rilasciate nelle acque provocano la proliferazione delle alghe, ossia l' eutrofizzazione, chiamata in alcuni casa anche”marea rossa” o “marea verde”. E ciò comporta dei rischi per le altre forme di vita acquatiche. Le fonti principali di scarico dei fosfati nelle acque superficiali sono l'agricoltura e delle acque reflue. I detergenti sono al terzo posto, ma occorre intervenire comunque.

Per quanto riguarda l'uso industriale, inoltre, la Commissione sarà tenuta a valutare, entro la fine del 2016, due elementi: in primo luogo, se il divieto e la limitazione dovrebbe essere esteso anche ai fosfati utilizzati nell'industria e dall'altro, se il limite di concentrazione di fosforo potrebbe essere ulteriormente ridotto per il bucato per uso domestico e per i detersivi per lavastoviglie.

Infine, secondo l'Ue, il volume di fosfati che entrano nei mari provenienti da fonti diverse dai detergenti dovrà essere tagliato anche più drasticamente, al fine di proteggere l'ambiente marino.

Francesca Mancuso

greenme.it

Condividi questo articolo