Le piante del casalingo Lavatera trimestris Malvaceae

Generalità: il genere Lavatera comprende numerose piante erbacee annuali e perenni, originarie dell'Europa, dell'America e dell'Asia; L. trimestris è una specie annuale, originaria dell'Europa mediterranea, che costituisce ampi cespugli. Ha grandi foglie pentalobate, verde scuro, che crescono lungo uno stelo carnoso, eretto, verde brillante, sul quale, in estate, sbocciano bellissimi fiori a campanula, rosa, bianchi o rossi, con venature in colore contrastante. Lo stelo raggiunge i 90-100 cm di altezza, ma esistono molti ibridi da giardino più compatti e con foglie piccole. L. olbia è una varietà di Lavatera perenne, con fiori rosa.

 

Esposizione: queste piante necessitano di molto sole per crescere senza problemi e produrre molti fiori; non disdegna le posizioni semi ombreggiate.

Annaffiature: non necessita di annaffiature troppo frequenti, sopportando senza problemi anche brevi periodi di siccità, annaffiare quindi quando il terreno è ben asciutto, senza eccedere nella quantità. Ogni 15-20 giorni aggiungere del concime per piante da fiore all'acqua delle annaffiature.

Terreno: queste piante preferiscono terreni sciolti, molto ben drenati, ricchi di materia organica; utilizzare del terriccio bilanciato, mescolato con sabbia e argilla espansa o perlite, per aumentare il drenaggio.

Moltiplicazione: avviene per seme, utilizzando in primavera i semi dell'anno precedente; seminare in semenzaio in febbraio o in marzo, in piena terra da maggio a giugno. Nel porre a dimora le piantine di Lavatera fare molta attenzione a non danneggiare le delicate radici, lasciando intatto il pane di terra che le ricopre.

Parassiti e malattie: talvolta viene colpita dagliafidi, che rovinano i fiori e le foglie.

Fonte: www.giardinaggio.it

Condividi questo articolo