L'INVALIDITA' CIVILE

Si puo' verificare il caso che un incidente provochi lesioni molto gravi che limitano fortemente la possibilita' di muoversi. Si puo', in questo caso, ottenere la qualifica di invalido civile, che prevede una serie di servizi e provvidenze.

A cura di Primo Mastrantoni
L'attestazione della qualifica di invalido civile viene rilasciata da una apposita Commissione medico-legale per invalidi civili della Asl di appartenenza, che certifica il grado di invalidita' in una scala che va da 0 a 100%. La soglia minima per essere dichiarato invalido civile e' del 33%, che da' titolo ad ottenere prestazioni protesiche, ortopediche e riabilitative; con il 46% di invalidita' si ha diritto all'iscrizione alle liste speciali per il collocamento obbligatorio al lavoro; dal 74% si ha titolo all'assegno mensile e con il 100% si ha diritto alla pensione e alla indennita' di accompagnamento.
Sara' quindi la Commissione medico-legale a stabilire la percentuale di Invalidita', alla quale occorre presentare domanda, accompagnata dal certificato del medico curante e dalla documentazione sanitaria. Si ricevera' a casa l'invito a presentarsi alla visita e in caso cio' non sia possibile occorre documentarlo. Se non si e' soddisfatti del riconoscimento avuto si puo' far ricorso alla Commissione medica superiore.

Benefici economici
Il riconoscimento della invalidita' civile comporta l'attribuzione di benefici economici. Un invalido civile può ottenere:
* l'assegno ordinario di invalidita', legata ad una riduzione della capacita' lavorativa del 33% e ad anzianita' lavorativa contributiva di almeno 5 anni, di cui 3 versati nei 5 anni precedenti la domanda. Ha una durata triennale rinnovabile; dopo due conferme diventa definitiva.
* la pensione di inabilita', corrisposta a coloro che non sono in grado di lavorare (invalidità al 100%), e' legata al reddito. Per il 2005 la pensione di inabilita' e' di euro 233,87, con un limite di reddito di euro 13739,69.
* l'assegno mensile di assistenza, erogato agli invalidi superiore al 74%, e' legata al reddito. Per il 2005 l'assegno e' di euro 233,78, con un limite di reddito di euro 4017,26.
* l'indennita' di accompagnamento, data agli invalidi civili al 100%, non e' legata al reddito. Per il 2005 l'indennite' e' di euro 443,83.

La domanda per ottenere la pensione, l'assegno mensile di assistenza e l'indennita' di accompagnamento, deve essere presentata alla ASL di appartenenza. La domanda per l'assegno ordinario di invalidita' deve essere presentata all'INPS.

Fonte: www.aduc.it/dyn/sosonline/schedapratica/sche_mostra.php?Scheda=128059

Condividi questo articolo