Lo stress geopatico

La geomanzia, scienza della Terra vecchia di millenni, vede il nostro pianete come un organismo simile a quello umano, fatto per la maggior parte di acqua e attraversato da meridiani energetici. Quando uno di questi canali si intasa aumenta la pressione sul resto del sistema, si interrompe il fluire dell’energia e si creano le premesse per situazioni di stress o patologie.
Lostress geopatico sul corpo umano è causato dai campi magnetici che salgono dalla terra e che spesso vengono creati o amplificati dall’acqua corrente che scorre nel sottosuolo, da concentrazioni di minerali, da cavità naturali e da incroci di campi tellurici. I campi elettromagnetici possono essere anche artificiali, a bassa, a media e ad alta frequenza. I campi a bassa frequenza sono quelli generati dai tralicci dell’alta
tensione, dai cavi di distribuzione dell’energia elettrica e dagli elettrodomestici. I campi elettromagnetici a media e alta frequenza sono invece generati da telefonini cellulari, forni a microonde, trasmettitori radio e Tv e ripetitori per telefonia. I campi magnetici disturbano la lunghezza d’onda delle radiazioni naturali che quindi diventano dannose per l’organismo. Lo stress geopatico non Il corpo umano sviluppa naturalmente correnti elettromagnetiche. Di fronte a sollecitazioni esterne le cellule si caricano di energia.

Quando le sollecitazioni sono esagerate, nel nostro organismo che funziona a una determinata tensione, si creano squilibri elettrici che possono provocare conseguenze più o meno gravi nella nostra sfera psicofisica.

Un organismo sano vibra su una lunghezza d’onda che oscilla tra i 6.500 e 11.000 Angstrom (Å). Quando questi valori mutano, ci si trova in una
situazione di degenerazione che non sempre per fortuna si trasforma in malattia. Si parla quindi di uno stato pre-patologico che favorisce l’insorgere di malattie.
Una volta sollecitato a livello elettrico, l’uomo possiede la facoltà innata di tornare a uno stato di equilibrio.
Solo se la perturbazione energetica è continua, l’organismo ne soffre.

Un’attenta osservazione dell’ambiente, può aiutarvi a individuare le linee di stress geopatico. Piante, animali domestici e insetti, ma anche condizioni della casa (crepe nei muri oumidità) possono far individuare aree ‘malate’.
Ci sono piante e animali che in alcuni luoghi si ammalano e muoiono senza un’apparente ragione (cavalli, cani e topi), mentre altri esseri viventi (gatti, formiche e termiti) cercano di proposito aree influenzate dai campi magnetici.. Gatti, civette, serpenti e lumache sono attratti dai nodi geopatici. I felini di casa in mancanza di una fonte di calore, scelgono per dormire un angolo dove si incrocino i muri elettromagnetici. Quando vedete un nido di vespe state sicuri che lì si trova un nodo magnetico.

Ci sono alcune stanze della casa che preferite rispetto ad altre che vi fanno sentire di cattivo umore o a disagio?
Potrebbe essere un indicatore delle zone geopaticamente stressate.

Che effetto hanno i campi magnetici sull’uomo?
I sintomi dello stress geopatico sull’organismo sono: resistenza alle terapie (tradizionali o alternative); sensazione di stanchezza, depressione, nervosismo, pallore, allergie, insonnia, sonno non riposante, mal di testa, brividi, crampi e formicolio delle gambe e delle braccia. Lostress geopatico causa anche senso di smarrimento, disturbi del comportamento nei bambini e infertilità.

www.buongiorno.it

Condividi questo articolo