Mamme in giorno: una proposta di legge per introdurre la figura in voga in Nord Europa

Una proposta di legge per diffondere in Italia la figura professionale della cosiddetta “mamma di giorno” è stata presentata dall'Italia dei Valori. La mamma-educatrice dedicata ad erogare un servizio domiciliare di assistenza all'infanzia è diffusa soprattutto in Germania, Francia, Olanda e in molti altri paesi europei, tanto che la si conosce anche col nome di Tagensmutter.

“La Mamma di giorno delineata dalla nostra proposta di legge - dichiara Silvana Mura, deputata di Idv e prima firmataria della proposta di legge - è una donna, in possesso di titoli di studio e abilitazioni professionali specifiche che, nel rispetto delle regole imposte dallo stato e dalle regioni, utilizza la sua casa per accudire bambini di età compresa tra 3 mesi a tre anni nel periodo in cui i genitori sono al lavoro. Poiché il servizio è a pagamento, la proposta di legge prevede degli sgravi fiscali per le famiglie che vi accedono”. E delle difficoltà legate alla conciliazione, per le donne, tra vita familiare e lavorativa, ha parlato anche il Presidente del Consiglio Monti nel suo discorso programmatico alle Camere sottolineando il danno rappresentato per le donne, e per la società intera, dall'assenza di strumenti di conciliazione tra attività professionale e tempi di cura da dedicare alla famiglia.

Condividi questo articolo