MANIFESTO DI UOMINI PER L'ABOLIZIONE DELLA PROSTITUZIONE

UOMO, GLI UOMINI E LE DONNE NON SONO MERCI: NON COMPRARLI, NON COMPRARLE! ALTRIMENTI CONTRIBUISCI AL LORO SFRUTTAMENTO SESSUALE. A tutti gli uomini per l'uguaglianza tra uomini e donne Noi, uomini per l'abolizione della prostituzione, mettiamo in discussione il modello tradizionale di mascolinità, basato sull'idea di controllo, dominazione e rifiuto dei sentimenti.

Ci impegniamo in prima persona a favore di una società totalmente libera dal maschilismo e dalla discriminazione dovuta al genere. Per questo crediamo che la prostituzione sia una manifestazione di sfruttamento sessuale. Perciò, nel dibattito sul tema vogliamo esprimere il nostro punto di vista:

- Sosteniamo che la sessualità debba prodursi su un piano di libertà, uguaglianza e mutua corrispondenza, libera da gerarchie, dominazione e mercantilizzazione.

- Denunciamo la prostituzione come una modalità di sfruttamento sessuale delle persone prostituite, praticamente solo donne, che contribuisce a perpetuare e a far accettare socialmente la violenza di genere.

- Rifiutiamo che l'educazione sessuale di molti si basi sulla pornografia, industria dove si riproducono gli stessi schemi di violenza sessuale della prostituzione.

- Per noi il “cliente”, l'utilizzatore finale, è il principale responsabile della prostituzione, perché con il suo acquisto permette che ci siano donne che si possano vendere e contribuisce a generare relazioni sessuali di dominio.

- Consideriamo che la legalizzazione, soprattutto così come si prospetta e con le scarse garanzie per le prostitute, porti beneficio solo alle mafie che si dedicano alla prostituzione, contribuisca alla sua estensione e all'accettazione sociale della stessa e favorisca l'esistenza della prostituzione infantile.

- Consideriamo che affermazioni del tipo “senza la prostituzione ci sarebbero più stupri”, “è la professione più antica del modo”, “è l'unico modo, per molte persone, di avere relazioni sessuali”… sono completamente inaccettabili e offensive per gli uomini. Noi uomini non abbiamo desideri sessuali incontrollabili ed incontrollati, grazie ai quali senza prostitute possiamo solo diventare dei violentatori. Simili argomentazioni vogliono solo giustificare la relazione di potere che la prostituzione presuppone e semplicemente cercano di difendere i diritti degli sfruttatori sessuali.

- Pensiamo che la sessualità maschile e la mascolinità debbano essere messe in discussione (per poter instaurare le relazioni con le donne in una situazione di piena uguaglianza). Cosa manca alla sessualità maschile, per credersi in diritto di comprare donne? Perché il “cliente” non aspira ad avere una relazione egualitaria con la donna nell'ambito sessuale, ma cerca una relazione in cui prevalga il dominio? Crediamo che tutto questo vada ripensato e, come fecero le donne, dobbiamo ripensare il nostro ruolo sociale e l'essenza della mascolinità, per dare una risposta adeguata all'attuale situazione di (dis) uguaglianza tra uomo e donna

Pensiamo che le azioni politiche debbano urgentemente indirizzarsi a:

- Eliminare le condizioni che rendono possibile e favoriscono la prostituzione; questo passa attraverso politiche di uguaglianza di genere e la lotta contro il sessismo.

- Campagne di prevenzione, educazione e sensibilizzazione sul tema, insistendo perché gli uomini non comprino servizi sessuali.

- Campagne di educazione sessuale ed affettiva basate su una visione della sessualità egualitaria, scientifica e libera da stereotipi maschilisti.

- Contribuire con progetti sociali al reinserimento sociale e lavorativo delle prostitute che vogliono abbandonare liberamente e volontariamente la loro situazione. Offrire proposte di lavoro per il loro reinserimento sociale.

Come principali clienti della prostituzione, gli uomini hanno la responsabilità di creare le condizioni per la sua sparizione: senza uomini disposti a pagare non potrà esserci commercio sessuale.

UOMO, GLI UOMINI E LE DONNE NON SONO MERCI: NON COMPRARLI, NON COMPRARLE! ALTRIMENTI CONTRIBUISCI AL LORO SFRUTTAMENTO SESSUALE.

(http://ucnr.blogspot.com/2009/05/manifiesto-de-hombres-por-la-abolicion.html)

(Traduzione dallo spagnolo di Luca PROLA)

Fonte: www.uominincammino.it

Buenos Aires (Argentina) ” 28.5.09

 

Condividi questo articolo