"Marito in affitto": un servizio per signore (e per signori)

“Stufa che tuo marito lasci in sospeso la manutenzione della casa? E tu, sei stanco che tua moglie ti chieda mille lavoretti al giorno? Ora puoi smettere di litigare” Questo è lo slogan lanciato da “Affittasi Marito” una piccola impresa di tecnici che, in tempi di lavori precari e concorrenza spietata, si sono inventati una formula vincente.

L'innovazione, e da qui la convenienza del servizio offerto, risiede nella formula della tariffa ad ora e dell'intervento tuttofare. In pratica, l'utente paga una cifra stabilita che non dipende né dal numero né dalla diversità delle riparazioni da effettuare, ma solo dal tempo impiegato. Nato dall'idea di Alonso, un tecnico elettronico di 56 anni di Buenos Aires, “Affittasi Marito”fornisce assistenza alle clienti, per lo più single, divorziate o vedove, nei lavori di riparazione domestici, con l'intervento di una persona che da sola assolve di volta in volta le mansioni di elettricista, idraulico, muratore e tecnico del gas.

“L'idea è nata per gioco 12 anni fa”, ha raccontato Alonso ricordando quando la moglie, davanti alle continue richieste di una vicina di casa di 'prestarle' il marito per i piccoli lavoretti di manutenzione, rispose:“Non te lo presto, te lo affitto”. Un “format” esportato in tutto il mondo e anche in Italia, dove l'ex carrozziere Giampiero Cerizza dopo aver chiuso la sua attività ha deciso di fondareMarito in affitto”.

In genere sono signore che non vogliono più dipendere dal marito o dal figlio per i lavori domestici ma anche gentili signori come medici, commercialisti e avvocati che con la manualità non hanno proprio un bel rapporto. Il marito in affitto è disposto anche ad accompagnare le signore a fare la spesa o a fare shopping, con le inevitabili conseguenze di incontrare casalinghe disperate alla ricerca di un “servizio completo”…

di Valentina

Fonte: Blogosfere

Condividi questo articolo