Matrimonio.. è ancora Utile?

Cos'è il Matrimonio se non l'unione di un Uomo ed una Donna, di due vitalità e valori umani? Ebbene sì, da laico voglio ricordare che il Matrimonio è innanzi tutto un “Patto di Onore” (promessa, parola data) tra due persone che decidono di condividere un progetto basato sull'onestà, i valori e la gioia. Onore e Fratellanza concetti essenziali per non scivolare nell'individualismo sfrenato, nella chiusura e nella guerra sociale dell'uno contro l'altro.

Purtroppo però il Matrimonio non ha più quel Valore: il Divorzio oggi lo può interrompere “in qualunque momento ed in qualunque modo”. Unilateralmente oggi una persona può distruggere una famiglia, il partner, se stessa, o ricattare, sottrarre affetti. Non c'è alcun limite, “alcuna motivazione o morale richiesta” ..si è sempre morali anche quando non lo si è. Unilateralmente oggi si può usare il Divorzio per togliere ai Figli il diritto ad avere due genitori, un padre ed una madre, ogni anno così migliaia di bambini vengono avviati ad una vita dal futuro più incerto ed oscuro.

Il limite di “la mia libertà finisce dove inizia la tua” è stato ampiamente valicato perché oggi il diritto di una persona può invalidare il diritto di tante persone, (partner, figli, parenti, amici) e danneggiarli. Non è un vantaggio neppure per l' individuo “privilegiato” perché rimarrà ineducato e anzi spinto a continuar ad essere carnefice del prossimo.

Che senso ha ancora il Matrimonio quando non è più un Istituto di Diritto? Non è più un patto che impone Rispetto? Se le persone dentro, figli e genitori, non sono più tutelati dalla legge, o persino ostruiti nel far valere la loro e la nostra giustizia? Si riveda il Divorzio togliendolo dei lati distruttivi (ben visibili), oppure si pensi a nuove forme di unione dove gli uomini e le donne di buona volontà ed i loro figli possano essere tutelati, educati, e non stroncati sul nascere.

Chi da disonesto, studia, calcola e delinque, ha sempre il vantaggio della prima mossa, della premeditazione, della forza dell'oppressore, dove la persona onesta viene colpita sul fianco e con vigliaccheria tramortita;

Per questo oggi i tutelati sono i delinquenti, gli uomini che scappano con l'amante e abbandonano la famiglia, e le donne che, sempre più spesso, usano le separazioni come strumento predatorio sottraendo figli e patrimoni con cinismo e crudeltà.

di infanzia-adolescenza.info

Condividi questo articolo