Natale, alberi e addobbi: spesa media oltre i 200 euro, ma in calo rispetto al 2015

Dicembre. Dal primo giorno di questo mese è impossibile non farsi avvolgere e travolgere dall’euforia del Natale, festa clou dell’anno. Domani, 8 dicembre, saranno in molti a tirare dalle cantine gli scatoloni carichi di addobbi per allestire il simbolo principe delle festività: l’albero di Natale. Palline decorate, abete (vero o finto), luci e puntale sono i fondamentali per la decorazione. Ma quanto costa agli italiani fare l’albero? Il calcolo è stato fatto come ogni anno dall’Osservatorio Federconsumatori che ha stabilito che in media serviranno 233,33 euro, il 2% in meno rispetto allo scorso anno.

In tanti però riusciranno a spendere molto meno utilizzando le vecchie decorazioni e aggiungendo solo qualche dettaglio di novità. Sempre nell’ottica di risparmiare qualcosa, magari destinandola ad un regalo in più o una prelibatezza per la tavola, molti opteranno per l’albero fai da te, con addobbi realizzati con materiali riciclati, con lana cotta e tulle.

Una tendenza che sta spopolando, anche grazie ai numerosi tutorial ed alle istruzioni diffusi sul web e sui social network. Chi sceglierà di decorare l’albero con materiali di riuso o con materiali “poveri” (corteccia, lana, cartoncino). Oltre al risparmio l’albero “fai da te” si fa portavoce anche di un messaggio educativo importante per le nuove generazioni,  all’insegna del rispetto dell’ambiente e del riciclo.

Questa scelta porterà ad un risparmio che può arrivare fino al 44% rispetto ai tradizionali addobbi natalizi. Ancora più radicale la scelta di chi deciderà di sostituire l’abete con alberi o decorazioni simili fatte con damigiane di vetro, alberi di carta intrecciata o costituiti da anelli di cartoncino appesi al soffitto.

Sono sempre meno, infine, le famiglie che optano per l’abete vero. Se proprio non si vuole rinunciare all’albero vero si può sempre adottare. Questa pratica consente di avere nel proprio salotto un vero e proprio abete natalizio, senza dover poi provvedere a ricollocare l’albero dopo le feste. Infatti, alcune aziende si impegnano a piantare gli abeti, riconsegnati dai consumatori dopo il periodo natalizio, preservando l’ambiente ed il patrimonio paesaggistico.

Condividi questo articolo