Natale, Federconsumatori: acquistate solo prodotti sicuri. Alcune idee da Fairtrade

Anche in tempi di ristrettezze economiche, non bisogna dimenticarsi della sicurezza dei prodotti che si acquistano.

 E' il consiglio che arriva da Federconsumatori in vista delle compere di Natale: “rischiare la sicurezza dei propri cari, soprattutto dei bambini, pur di risparmiare qualche euro è rischioso e controproducente ” scrive l'Associazione in una nota ” Dai giocattoli ai colori per disegno, dai vestiti (le cui tinte sono molto spesso dannose, soprattutto quelle dei capi intimi) ai dispositivi elettrici, dalle luci di Natale ai prodotti cosmetici: la Guardia di Finanza sta sequestrando, in questi giorni, migliaia di articoli pericolosi per la salute, prima che finiscano nelle case degli italiani”.

Federconsumatori ricorda, inoltre, che comprando prodotti non sicuri non si risparmia nulla: anche qualora non risultassero dannosi, molto spesso si rompono con facilità o durano talmente poco che chi li acquista è costretto a sostituirli con quelli originali, sostenendo così un doppio costo. Prima di scegliere qualsiasi prodotto, allora, è bene accertarsi con cura della sicurezza, specialmente se i destinatari del regalo saranno dei bambini.

Ecco alcuni consigli di Federconsumatori per smascherare i prodotti sospetti:

  • Prima di acquistare i prodotti informatevi presso i commercianti circa la loro certificazione in base alla composizione del prodotto e all'origine territoriale.
  • Cercate sempre il marchio CE che assicura l'affidabilità e indica che il prodotto è conforme a tutte le disposizioni comunitarie che prevedono il suo utilizzo (fate attenzione, però, che sia il vero marchio CE e non quello contraffatto: l'originale è  quello riportato qui di seguito).
  • Per quanto riguarda i prodotti elettrici verificate che sia presente il marchio di sicurezza IMQ, che attesta la conformità dei prodotti elettrici ai requisiti delle norme CEI.
  • Assicuratevi che siano presenti le indicazioni relative al prodotto in italiano.
  • Rivolgetevi al canale della grande distribuzione o ai rivenditori di fiducia, sarà più difficile incappare in prodotti contraffatti o pericolosi.

Chi è sensibile poi ai temi della sostenibilità e del rispetto per l'uomo e l'ambiente può acquistare i regali da Fairtrade Italia: simpatica l'idea del grembiule da cucina realizzato con cotone equo certificato proveniente dall'India, con una grafica vivace e spiritosa realizzata dall'illustratrice italiana Olimpia Zagnoli. Il grembiule, disponibile solo per , si può ricevere in omaggio a fronte di un contributo minimo a favore delle attività del Consorzio Fairtrade Italia.

Un secondo suggerimento viene da Coop, che anche per il Natale 2012 propone una latta con un mix di 8 prodotti della linea Solidal, tutti rigorosamente certificati Fairtrade. Caffè Classico e Caffè Arabica, una tavoletta di cioccolato al latte e una di fondente, una confezione di cacao amaro, una di cioccolatini assortiti, frollini al cacao e tè nero: un vero e proprio viaggio tra i diversi sapori del Fairtrade. La confezione natalizia è già disponibile nei punti vendita Coop.

Ma a Natale con un semplice gesto si può scegliere anche di sostenere un progetto di solidarietà. Acquistando i vasetti di crema spalmabile di Intersos, prodotta con cacao e zucchero bio e Fairtrade e nocciole della Tuscia, si può contribuire alla costruzione di 6 classi, uffici e servizi di una scuola nella zona di Duru (Congo), dove l'ong italiana realizza progetti umanitari. La crema spalmabile è prodotta secondo una ricetta tradizionale dall' azienda Deanocciola e si può ordinare online dal sito internet dedicato.

Fondazione Rava ” NHP Italia onlus per il suo catalogo doni natalizi ha scelto invece le nocciole siciliane ricoperte di cioccolato al latte, le mandorle e le nocciole siciliane ricoperte di cioccolato fondente bio e Fairtrade di F.lli Damiano ( confezione assortita, Natale Premium e Natale Lusso). Il ricavato ottenuto dalla vendita dei prodotti sarà utilizzato per finanziare dei progetti per l'Ospedale Pediatrico NPH Saint Damien di Haiti.

Condividi questo articolo