'Nonni Tutto Fare',Cadono In Bagno e Dalle Scale

La pulizia dei vetri, quella riparazione in alto sul muro, la caduta e' in agguato quando un 'nonno' e' su una scala, ma anche quando inciampa su prolunghe, tappetini o sul fedele amico a quattro zampe. Per far fronte a questa emergenza sanitaria l'Istituto Superiore di Sanita' (ISS), d'accordo con il Ministero della Salute, ha stilato le prime linee guida per la prevenzione delle cadute negli anziani.


INCIDENTI DOMESTICI: In Italia sono circa 4 milioni l'anno, riguardano soprattutto persone che stanno molto in casa, le donne (il 20,1% contro il 6,2% degli uomini), gli anziani cui globalmente si riferisce il 30% di tutti gli incidenti (19,1% tra gli over-65, il 21,4% tra gli over-75), ma anche i bambini (l'11,7% di quelli tra 0-4 anni).
LA HIT DEGLI INCIDENTI: le cadute ne rappresentano il 78%, seguite da ustioni (7%), avvelenamenti accidentali (4%), soffocamento (3%).
CADUTE: incidente piu' comune, si stima siano quasi un milione l'anno in Italia tra gli anziani, la prima causa di ricovero e decesso per incidenti in casa, la causa prevalente di ricorso al pronto soccorso (56%) . Ogni anno circa un terzo degli ultra65enni rimane vittima di cadute, rileva il presidente ISS Enrico Garaci.
LE CAUSE: lavori domestici, scale, oppure fili elettrici o prolunghe che fanno inciampare, tappetini per il bagno, ostacoli vicino al letto, spiegano Alfonso Mele, responsabile del reparto di Epidemiologia Clinica e Linee Guida dell'Istituto Superiore di Sanita' (ISS) e Letizia Sampaolo dello stesso reparto. A metterci lo zampino anche farmaci, antidepressivi o altri che abbassano la soglia d'attenzione e danno sonnolenza, e cure con 3-4 farmaci insieme.
LE CONSEGUENZE: le cadute dell'anziano hanno implicazioni complesse, il 20% richiede un intervento medico, il 5-10% causa una frattura dell'anca e il 7% delle persone che riportano questa frattura muore. La frattura del femore e' un'altra conseguenza frequente: nel 10,8% delle cadute tra gli over-64, 12,9% tra gli over-74, 14,2% tra gli over-79. Le cadute sono inoltre la seconda causa di traumi cranico e spinale.
NON SOLO IN CASA, si cade anche nelle strutture assistenziali dove anzi l'incidenza delle cadute e' 2-3 volte superiore che in casa e con complicazioni maggiori. Alcune strutture di lungo-degenza non sono a misura d'anziano, rileva Sampaolo, ma la maggiore incidenza di cadute si spiega soprattutto col fatto che li' si concentrano le persone piu' a rischio.
CONSIGLI 'ANTI-CADUTA': in occasione della presentazione delle raccomandazioni per gli operatori sanitari, arrivano dagli esperti alcuni utili consigli per anziani e familiari. In primis la casa deve essere a misura d'anziano, con maniglioni di supporto in vasca, doccia e scale, spie antincendio, calzature antiscivolo, luce vicino al letto, letti bassi e frenati. Una casa non sicura puo' aumentare del 50% il rischio di cadere.
I COSTI Quelli per ricovero da incidente domestico sfiorano i 400 milioni di euro. Il costo unitario per ricovero da incidente domestico e' di circa 3000 euro. Una riduzione del 20% delle cadute consentirebbe circa 27.000 ricoveri in meno su base annua.
' EQUIPE ANTI-CADUTA': ''Speriamo – conclude Sampaolo – che nel giro di 8 mesi quando le linee guida 'anti-caduta' saranno distribuite a Asl, medici di famiglia e altri operatori, si cominci a costituire l''equipe per interventi complessi', un team di operatori per fare valutazioni psicosometriche (sull'anziano) e ambientali (in casa) che permettano di prevenire le cadute. Spesso l'anziano e' affidato a badanti che non hanno competenze adeguate, l'Italia e' indietro rispetto ad altri paesi che gia' hanno accurati programmi di prevenzione e supporto per gli anziani''.
(ANSA).

Condividi questo articolo