Nuove banconote euro, si inizia dal taglio da 5

La Banca Centrale Europea (BCE) ha annunciato una nuova serie di banconote per l'euro. Le nuove banconote della moneta europea, i cui tagli attuali non verranno modificati, nè integrati, dovrebbero essere introdotte, secondo le prime notizie che sono circolate, già nel prossimo mese di maggio 2013. Si partirà con la banconota da cinque euro e, a seguire, ogni anno verrà modificato un taglio diverso, fino ad esaurimento.

Questa seconda serie di banconote euro ” è il caso di dire “nuove di zecca” ” rielaborate undici anni dopo il lancio della prima serie, si chiamerà Europa, come la figura mitologica ellenica da cui prende il nome il Continente che ha visto nascere la valuta unica per tutti gli Stati appartenenti. Tutte le nuove banconote riporteranno nella filigrana e nell'ologramma il ritratto di Europa, appunto. I tagli resteranno invariati, in più la forma, i motivi e i colori dovrebbero subire pochissime variazioni, mentre saranno aumentati tanti dettagli di stampa, meccanismi di sicurezza necessari per contrastare i falsari.

Cosa cambierà dunque? La filigrana con ritratto, l'ologramma con ritratto e il numero verde smeraldo. Si partirà con il nuovo biglietto della taglia più piccola, ovvero la banconota da 5 euro, che verrà presentato ufficialmente il prossimo 10 gennaio, per entrare in circolazione a partire dal maggio del 2013, e negli anni successivi, a cadenze stabilite, si proseguirà all'introduzione in maniera crescente degli altri tagli, da 10 euro, 20 euro, 50 euro, 100 euro, 200 euro e infine 500 euro.

Le nuove banconote, assicura la BCE, saranno facilmente distinguibili dai biglietti della prima serie. Inizialmente prima serie e seconda serie circoleranno insieme ma col tempo la prima serie verrà considerata fuori corso e ritirata dalla circolazione. Ovviamente la data in cui cesserà di avere corso legale sarà annunciata per tempo. Ad ogni modo le banconote della prima serie manterranno il rispettivo valore a tempo indeterminato, e potranno essere portate presso le Banche centrali dell'Eurosistema in qualsiasi momento per essere cambiate.

L' annuncio è stato dato ufficialmente dal presidente Mario Draghi, che firma le banconote in euro dal marzo scorso e dal vicepresidente Victor Constacio, nella tradizionale conferenza stampa al termine del consiglio direttivo sui tassi di interesse (lasciato fermo allo 0,75 per cento). La versione definitiva della nuova banconota non verrà resa pubblica fino al momento della presentazione, che avverrà a gennaio presso il Museo Archeologico di Francoforte sul Meno.

Fonte: www.tuttogratis.it

Condividi questo articolo