Occhio alla spesa, il carrello è un ricettacolo di germi

I carrelli dei supermercati non hanno avversari, almeno in materia di batteri. Va a loro, infatti, la medaglia d'oro nella classifica degli oggetti di uso comune più contaminati dai germi: una colonia di 1.100 batteri su soli 4 cm di manico di un carrello-tipo. Al secondo posto? I mouse dei computer usati negli Internet caffè, con ben 690 germi.


A stilare questa singolare graduatoria è uno studio sudcoreano promosso da un'associazione di consumatori. Tra gli oggetti “portabatteri” non mancano le sbarre di sostegno in autobus e metropolitante (380 germi), le maniglie delle porte nei bagni pubblici (340), i pulsanti dell'ascensore (130) e i passa-mano nei sottopassaggi (86).
Ma i carrelli usati nei supermarket, in fatto batteri, battono tutti gli altri oggetti “perché l'area dove la gente può appoggiare le mani è molto più ampia e attrae vere e proprie colonie di germi“, ha spiegato Kwon Young-il, a capo dell'associazione che ha promosso lo studio.
Tuttavia, non è il caso di lasciarsi prendere da preoccupazioni eccessive: la maggior parte dei batteri, sottolinea il rapporto tratto dallo studio, viene spazzato via lavando le mani con il sapone.

Fonte: La tua salute

Condividi questo articolo