Padova, Nas sequestrano 10 mln di uova.

Insetti, roditori e relativi escrementi. E' quanto hanno rinvenuto questa mattina i carabinieri del Nas di Padova durante un'ispezione in una ditta veronese specializzata nella fornitura di ovoprodotti destinati a industrie dolciarie nazionali. A conclusione dell'ispezione i carabinieri hanno sequestrato dieci milioni di uova. “Ennesimo gravissimo episodio di tentativo di frode alimentare nei confronti di aziende e consumatori – ha commentato il sottosegretario alla salute Francesca Martini – Grazie all'eccellenza del sistema dei controlli messo in atto dal Ministero della Salute, in collaborazione con i carabinieri dei Nas, di cui sottolineo la straordinaria operazione, non arriveranno sulle tavole dei cittadini dolci preparati con uova scadute e conservate in condizioni igienico-sanitarie deplorevoli, in presenza di scarti, sporcizia e animali. Ancora una volta confermo la tolleranza zero nei confronti di coloro che mettono a rischio la sicurezza alimentare del nostro Paese ed il sistema economico dei produttori seri della filiera agroalimentare per cui l'Italia è famosa e riconosciuta come eccellenza nel mondo”.

“Degli episodi davvero vergognosi, che investono un settore delicatissimo quale la sicurezza alimentare e la salute dei cittadini, per i quali i responsabili andrebbero puniti con la condanna a mangiare a vita i loro stessi prodotti!” – dichiara Rosario Trefiletti, presidente Federconsumatori che aggiunge: “è chiaro, ormai, che intensificare verifiche e controlli non è sufficiente, bisogna agire alla base del problema, disponendo norme e sanzioni più severe per chi lucra sulla salute dei cittadini, che prevedano la detenzione ed il ritiro in via definitiva delle autorizzazioni per la produzione e la commercializzazione. I cittadini hanno il diritto di sapere che quello che mangiano non rappresenta un rischio per la propria salute, per questo è indispensabile, inoltre, un provvedimento urgente, che obblighi dell'indicazione d'origine su tutti i prodotti alimentari e che impedisca di “marchiare” con nomi italiani prodotti che di italiano non hanno un bel nulla”.

“Con oltre nove italiani su dieci che durante il periodo di Natale consumano dolci l'operazione dei Nas dei Carabinieri è importante per garantire la sicurezza a tavola in un momento importante per le famiglie”. E' quanto afferma la Coldiretti nell'esprimere soddisfazione per l'operazione dei Nas. “Si stima che in Italia siano prodotti per Natale più di cento e dieci milioni tra pandori e panettoni, ma sono anche in molti a riscoprire dolci tradizionali del territorio fatte in casa” conclude la Coldiretti.

2010 – redattore: VC

Condividi questo articolo