Per secoli e millenni, l'uomo ha abusato della propria autorità sulla donna

l'ha costretta, dominata. Ma ora si vede che la situazione si capovolge; la donna si riprende, non accetta più di essere sottomessa all'uomo, vuole avere gli stessi suoi diritti e in certi casi è persino pronta a prendere il suo posto. è normale, è la legge di compensazione. L'uomo si è spinto troppo oltre, e invece di essere un modello di onestà, di bontà e di giustizia per meritare la stima e l'ammirazione della donna, ha abusato del proprio potere, della propria superiorità fisica rispetto a lei, si è attribuito tutti i diritti e alla donna ha imposto solo doveri.

Come poteva sperare che questa situazione durasse eternamente? E tuttavia, la verità è che la donna ha naturalmente bisogno di ammirare l'uomo, di riconoscere la sua autorità, la sua forza. Ma se egli non fa niente per meritarlo, come può la donna conservare quella stima e quell'ammirazione?.

Condividi questo articolo