Perche' le automobili sono cosi' costose?

Il mercato delle automobili, anche se talvolta i numeri mensili delle vendite hanno flessioni con due cifre, e' sempre baldanzoso. Ovunque, nel mondo, c'e' un governo che lo sponsorizza e finanzia, per il lavoro che produce (diretto e indotto) e per i consumi che, grazie a politiche sempre deficitarie di trasporto pubblico, sono quasi obbligatori per ognuno (ormai non c'e' famiglia media in cui non ci siano almeno due automobili).


Nonostante questa rigogliosita' e ampia concorrenza, anche con l'arrivo (per ora molto timido) della formula low cost, il prezzo medio di un automobile e' sempre molto alto (e' raro scendere sotto i 10 mila euro). Il motivo e' essenzialmente dovuto a due fattori: i grandi investimenti promozionali e gli altrettanto grandi guadagni dei produttori.


Per gli investimenti, non c'e' media che non abbia sempre pagine e pagine di pubblicita'. Non solo, ma ci siamo anche abituati a vedere il nostro Presidente della Repubblica che si presta al lancio di questo o quel modello… abitudine che, comunque, non ci esime dal credere che sia una manifestazione ridicola e provinciale, nonche' piu' da Stati dittatoriali ad economia unica che democrazie ad economia di mercato.


Per meglio capire, senza che ognuno debba andarsi a spulciare le voci “pubblicita'” e “promozione” nei bilanci di questa o quell'altra azienda, oggi facciamo un esempio: il lancio del nuovo modello della Volkwagen al Forte Village di Santa Margherita di Pula (Cagliari) che dal 24 ottobre al 13 novembre portera' 12.000 (dodicimila) persone in Sardegna a spese della casa automobilistica tedesca: 400 dello staff e venditori da 184 diversi Paesi, tutti spesati… da far sembrare roba da poveracci le 200 hostess a 80 euro l'una per la conferenza islamica di Gheddafi a Roma. Gli ospiti godranno anche di mostre, prove su strada ed eventi collaterali nel capoluogo sardo. Istituzioni locali, provinciali e regionali coinvolte.


Il Forte Village e' in un posto bellissimo della Sardegna del sud con prezzi adeguati all'alto e lussuoso livello di struttura e servizio, con un costo minimo a notte di qualche centinaio di euro. Dovranno arrivarci in 12.000 con un costo di trasporto aereo che -siamo parchi- sara' mediamente di 500 euro. Insomma non crediamo di essere esosi se crediamo che la promozione arrivera' e sfondera' il miliardo di Usd. Miliardo che i singoli acquirenti dovranno poi pagare al momento dell'acquisto di questo nuovo modello.
Questo e' il caso della VW riportato dalle cronache di oggi, ma ogni auto e ogni produttore ha una sua storia simile che porta i prezzi al dettaglio ai livelli di oggi.
E' bene, quindi, che il consumatore sappia che oggi un'automobile ha come minimo i tre quarti del prezzo maturati solo per il recupero dei costi promozionali.
di Vincenzo Donvito

Condividi questo articolo