Pere dalla Turchia ad "elevato livello di rischio"

La Commissione europea ha imposto misure di emergenza per le importazioni dalla Turchia di pere dopo che alcune spedizioni sono state ripetutamente trovate con livelli dell'antiparassitario amitraz superiori la soglia accettabile. “Dato l'elevato livello di rischio al quale i consumatori europei possono essere esposti, gli Stati membri devono controllare almeno il 10 % delle partite di pere provenienti dalla Turchia per la presenza di amitraz all'importazione” ha dichiarato in un comunicato la Commissione europea, ripreso da mala cibus currunt. L'attuazione di questo nuovo dispositivo dopo che gli accertamenti hanno ripetutamente trovato livelli dell'antiparassitario amitraz (più di 1.400 volte superiori ai livelli accettabili) che supera la soglia di sicurezza.

La CE ha agito dopo che numerose violazioni sono state segnalate tramite il Sistema di allarme rapido per alimenti e mangimi (RASFF) nel corso di un periodo di due anni tra il 2007 e il 2009.
La dose acuta di riferimento per l'amitraz è 0.01mg/kg di peso corporeo. Nel solo mese di ottobre, sette rapporti hanno rilevato livelli di pesticidi di gran lunga superiori a questa cifra. Fino a 1400 volte.
Anche le partite di pere dalla Turchia già immesse sul mercato dovranno essere testate e i risultati avversi riportati al RASFF. Tutti i risultati dei test, compresi quelli favorevoli, devono essere segnalati su base quindicinale, ha aggiunto la Commissione.

Fonte: http:// it.greenplanet.net

Condividi questo articolo