Pesticidi, Legambiente: al PE si mangia frutta contaminata

I pesticidi hanno fatto il loro ingresso al Parlamento europeo: sono soltanto 8, infatti, i campioni di frutta europea acquistati all'interno dell'Europarlamento e fatti analizzare dal Pesticide Action Network, di cui Legambiente è membro, ma tutti con residui di sostanze chimiche. Per l'esattezza 28 pesticidi diversi, di cui 10 sostanze cancerogene, 3 neurotossine, 3 tossine dello sviluppo e 8 potenziali distruttori endocrini.

Tre degli otto campioni – tra cui la nostra uva da tavola, le arance e le albicocche – sono risultati addirittura fuori legge, non adatti quindi alla commercializzazione. Gli altri 5 tipi di frutta – tra cui le fragole contaminate dai residui di 14 sostanze chimiche diverse – non contenevano pesticidi in quantità superiore ai limiti di legge ma nessuno ne è risultato privo.

Le analisi, compiute da Friends of Earth Olanda per conto del Pesticide Action Network, servono per lanciare un monito al Parlamento europeo a pochi giorni dal voto sulla direttiva quadro e sul regolamento di autorizzazione dei pesticidi.& lt;/P>

“Il nostro campionamento è ristretto ma il risultato molto significativo – commenta Francesco Ferrante, direttore generale di Legambiente -. La frutta analizzata conteneva sostanze che non dovrebbero entrare nella catena alimentare europea e vogliamo richiamare l'attenzione di Bruxelles su questa questione, che attiene direttamente alla salute dei cittadini. Chiediamo al Parlamento europeo di ridurre l'uso di pesticidi in agricoltura e di vietare l'uso di quelli pericolosi”.

Le associazioni ambientaliste hanno deciso anche di lanciare, oggi, il sito www.pesticidewatch.eu dove verrà reso noto il voto dei rappresentanti Ue sulla questione e dove i cittadini potranno scrivere agli europarlamentari per pronunciarsi sulla messa al bando dei pesticidi pericolosi e sulla necessità di una legislazione adeguata alla tutela di tutti i cittadini, compresi quelli più vulnerabili, neonati e bambini.

2007 – redattore: VC

Pubblicato da: Fiore

2007

Condividi questo articolo