Pietrasanta: l'anno nuovo all'insegna delle esposizioni artistiche

Originalità e creatività le parole chiave che contraddistinguono il programma espositivo del 2010 promosso dall'Assessorato alla Cultura. Novità e tradizione, giovani talenti e grandi nomi internazionali, per un percorso artistico intenso nella cornice di piazza del Duomo e del complesso di Sant'Agostino.

La selezione ” spiega l'assessore Daniele Spinanon è stata certamente facile: anno dopo anno riceviamo sempre più proposte di artisti italiani e stranieri. Siamo attualmente ad oltre cento richieste l'anno. Il calendario 2010 sarà una ricca vetrina che spazierà su stili e linguaggi creativi, rispondendo alle esigenze di gusto ed intrattenimento di un pubblico il più possibile diversificato. Pubblico che ha raggiunto anche le 120 mila presenze annue. Il dialogo tra la piazza del Duomo ed il Sant'Agostino sarà praticamente costante, così come proseguirà la positiva consuetudine di porre mostre di una certa visibilità durante tutto l'anno, non soltanto durante il periodo estivo. Elementi rivelatisi vincenti, basti pensare alla mostra di Gina Lollobrigida che ha richiamato 40 mila visitatori da settembre a dicembre 2008 o alle esposizioni di Viliano Tarabella e di Enrico Ghinato. Mostre che hanno fatto registrare numeri importanti in periodi in cui non sempre è facile richiamare visitatori“.

Gli appuntamenti in programma non sono soltanto brillanti, ma anche numerosissimi, Si tratta delle mostre di Giancarlo Baglini, di Claudia Cei, di Roberto Lazzarini; dal 7 febbraio al 28 febbraio sarà protagonista la scultura di Knut Steen, l'anziano artista norvegese, molto legato a Pietrasanta, tanto da ricevere il XIX premio internazionale di scultura “Pietrasanta e la Versilia nel mondo” del Circolo Culturale Fratelli Rosselli; ci saranno poi le mostre di Andrea Talevi, di Marco Taglioli, di Lorenzo D'Andrea, la rassegna pittorica di Wine Art e quella dedicata all'artista pietrasantese Virio Bresciani; l'VIII edizione di Donna Scultura con le artiste Editt Davidovici, Jaya Schuerch, Virginia Tentindo ed Elena Bianchini.

La primavera sarà segnata dall'astrattismo tecnologico di Nino Mustica (in piazza Duomo e nella chiesa di Sant'Agostino), ma anche dalla fotografia di Ferdinando Cioffi e dalle tele fluorescenti di Andy, noto leader, insieme al televisivo Morgan, del gruppo musicale dei Bluvertigo: esporrà nel chiostro sue pitture e sculture dal 24 aprile al 9 maggio. Scorrendo l'elenco troviamo anche le mostre di Maria Cristina Hamel, di , di Eppe de Hann, artista olandese molto noto in città dove lavora da molti anni, di Silvano Cattai.

L'estate punterà sul giovane artista Velasco Vitali: affronterà un tema estremamente complesso con la sua mostra dal significativo titolo “Sbarco”. Dal 26 giugno sino al 5 settembre le sue installazioni animeranno la piazza del Duomo, la chiesa di Sant'Agostino e le sale del chiostro. Velasco Vitali ha scelto il complesso tema della clandestinità per una riflessione sul tema della precarietà, dell'isolamento, della violenza e della fuga.

Ancora una volta si tratta di una mostra pensata e realizzata appositamente per Pietrasanta, a cura di Fernando Mazzocca (professore alla Statale di Milano, tra i massimi esperti in Italia di arte del Settecento ed Ottocento; le sue ultime mostre curate: “Ottocento” alle Scuderie del Quirinale a Roma e ” Telemaco Signorini e la pittura in Europa” a Palazzo Zabarella a Padova) e Francesco Poli (professore all'Accademia di Brera, autore di numerosi saggi sull'arte e curatore di importanti mostre).

Durante il periodo autunnale, invece, a trionfare sarà l'ironia di Aldo Mondino, il grande artista scomparso nel 2005, che, dal 12 settembre sino al 14 gennaio 2011, vivacizzerà la piazza del Duomo ed il complesso di Sant'Agostino.

di Federica Calvia

Fonte: loschermo.it

Condividi questo articolo