Polizze vantaggiose ed ecoincentivi: la ricerca SuperMoney

L’Osservatorio SuperMoney ha calcolato i risparmi per chi decide di acquistare l’auto elettrica con gli ecoincentivi: polizze vantaggiose, ma investimento alto.

La tutela dell’ambiente è una tematica sempre più attuale e sono in molti a scegliere di acquistare un’auto a basse emissioni di CO2 per risparmiare sul carburante e per avere polizze vantaggiose. Infatti, mettere i prodotti di Direct Line a confronto con quelli di Genialloyd o di altre compagnie per risparmiare sull’assicurazione auto e scegliere l’offerta che più rispetti le proprie esigenze. 

E dal 6 maggio sarà anche possibile risparmiare sull’acquisto di auto elettriche o alimentate con biocarburanti grazie al piano di ecoincentivi 2014 promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico del Governo Renzi. Questi “sconti” speciali sono infatti dedicati a tutti i veicoli poco o per niente inquinanti, ovvero i cosiddetti BEC (Basse Emissioni Complessive).

Si tratta di un piano di finanziamenti pari a 63 miliardi di euro, formati da 32 milioni messi a disposizione quest’anno e 31 milioni in esubero del 2013. La novità di quest’anno è il 50% di questo importo sarà accessibile ai privati, mentre l’altra metà sarà destinata alla riqualifica delle flotte aziendali. 

Ma i vantaggi degli ecoincentivi non sono soltanto stimabili nel momento dell’acquisto dell’auto elettrica. L’Osservatorio SuperMoney ha infatti compiuto una ricerca per quantificare i risparmi complessivi di un automobilista “green” rispetto a un possessore di un’auto tradizionale.

La ricerca, infatti, ha messo a confronto i costi di gestione di un’auto a benzina, la Citröen C1, con quelli dell’analogo ecosostenibile, ovvero la Citröen C-Zero. Il risparmio totale calcolato, prendendo in considerazione i costi per assicurazione auto, bollo e alimentazione, sono per quest’anno addirittura del 70%, il 5,7% in più rispetto al risparmio del 2013. 

Per la sua stima, SuperMoney ha considerato il caso di un guidatore milanese di 30 anni in 5° CU e ha scoperto che il risparmio totale che otterrebbe passando da un’auto a benzina a un’auto elettrica è di 852,35 euro all’anno, oltre che dare un grande contributo all’ambiente. 

Infatti, un’auto a benzina ci costerebbe quest’anno un totale di mille 184,25 euro a fronte dei 331,90 euro di spesa per un’auto elettrica. Inoltre, la ricerca evidenzia come i costi per assicurazione e benzina siano scesi dal 2013 al 2014, il che rende più semplice trovare polizze vantaggiose e risparmiare sui costi di gestione dell’auto. 

Come conferma ancora una volta l’Osservatorio SuperMoney, l’auto elettrica non ci dà soltanto grandi risparmi quotidiani, ma anche un gran numero di vantaggi aggiuntivi, come parcheggi gratuiti in città e l’accesso alle Zone a Traffico Limitato (ZTL). Però, come afferma Andrea Manfredi, Amministratore Delegato di SuperMoney, questo “non basta però a colmare il gap fra chi può e chi non può permettersi l’investimento sulla mobilità green”. 

I prezzi di un’auto elettrica sono ancora alti e spesso proibitivi, garantendo un significativo risparmio solo a chi effettivamente può permettersi l’investimento. Basti pensare che, nel caso del confronto operato da questa ricerca, una Citröen C1 ha un prezzo base di 9 mila 950 euro mentre la C-Zero costa 30 mila 690 euro.

Condividi questo articolo