PREZZI. Contro il "caro scuola" i consigli di Confconsumatori

Non acquistare tutti i testi scolastici subito e proporre al personale docente l'utilizzo di modalità didattiche alternative. Sono questi alcuni dei consigli messi a punto da Confconsumatori per affrontare l'aumento dei prezzi che ha colpito anche il settore scolastico.

L'associazione auspicando una maggiore collaborazione tra le parti coinvolte, dal Ministero della Pubblica Istruzione alle scuole, dalle famiglie degli studenti ai produttori e venditori di accessori per la scuola ed editori di libri scolastici, alle associazioni dei consumatori consiglia, inoltre, di:

incentivare una buona pratica di impiego dell'usato, invitando le istituzioni e gli editori a non promuovere nuove edizioni, ma limitandosi ad aggiornare al minimo il contenuto e le copertine.

prestare attenzione agli incentivi che, ogni anno, dall'amministrazione comunale, possono essere attuati a favore delle famiglie con reddito più basso.

2007 – redattore: VC

Fonte: www.helpconsumatori.it

Condividi questo articolo