PREZZI. Nel 2010 calo del 2,5% dei prezzi delle auto in tutta Europa, ma in Italia restano stabili

I prezzi delle automobili nell'Unione Europea hanno registrato, nel 2010, un calo del 2,5% in termini reali; solo in Italia e a Malta i prezzi sono rimasti stabili e in Portogallo sono aumentati del 2,6%. Nel caso del Portogallo, però, i consumatori hanno beneficiato di un notevole sconto applicato l'anno precedente. Si sono ridotte, inoltre, le differenze di prezzo di listino da uno Stato membro all'altro.

E' quanto emerge dalla relazione della Commissione europea sui prezzi delle automobili in cui sono indicati i prezzi di listino degli 89 modelli più venduti, che rappresentano 26 marche in tutta l'UE.

“Sono lieto di constatare che i consumatori europei beneficiano della concorrenza sui mercati delle automobili nuove e di una forte e costante diminuzione dei prezzi in termini reali – ha affermato Joaquín Almunia, vicepresidente della Commissione responsabile della politica di concorrenza – L'ulteriore diminuzione delle differenze di prezzo tra gli Stati membri è un indicatore positivo della concorrenza transfrontaliera. Mi compiaccio inoltre del fatto che, per la prima volta in dieci anni, i prezzi reali a livello di UE dei servizi di riparazione e manutenzione abbiano smesso di aumentare, segno che il settore ha capito le nuove regole del gioco”.

L'indice UE dei prezzi delle automobili (che riflette i prezzi nominali pagati dai consumatori, compresi sconti, IVA e tasse di immatricolazione) è aumentato solo dell'0,3%, a fronte di un aumento del 2,8% dei prezzi al consumo complessivi, che si traduce in una forte diminuzione dei prezzi reali delle automobili (-2,5%). In totale, 24 paesi dell'UE hanno registrato una diminuzione dei prezzi reali delle auto.

La diminuzione dei prezzi reali è stata particolarmente marcata in Slovacchia ( 7,4%), in Bulgaria (-13,5%), in Slovenia (-11,6%) e nella Repubblica ceca (-9,0%). In Polonia i prezzi sono scesi del 5,6%. Sui grandi mercati, i prezzi reali sono scesi soprattutto nel Regno Unito (3,7%), mentre in Germania, Spagna e Francia le riduzioni di prezzo sono state più modeste (rispettivamente, -1,9%, -1,6% e -0,9%).

Il calo generalizzato dei prezzi reali delle automobili nell'UE, che conferma una tendenza osservata da più di 10 anni, dimostra che la concorrenza tra costruttori automobilistici sul mercato delle auto nuove sta funzionando. I prezzi dei servizi di riparazione e manutenzione, che nell'ultimo decennio erano saliti al di sopra dei livelli generali dell'inflazione, sono rimasti invariati nel 2010.

 GA

Condividi questo articolo