Professione casalingo, sempre più ''mammi'' in città.

Se in America spopolano le casalinghe disperate nella capitale cresce la tribù degli uomini casalinghi. Che, disperati, non lo sono affatto. Anzi. A Roma sono già cinquecento i “mammi” iscritti all'associazione nazionale Asuc, «ed il numero dei romani che ci contattano è crescente » spiega a Metro il presidente dell'associazione, Fiorenzo Bresciani. Quelli che stanno in poltrona a guardare la partita e si limitano ad alzare pigramente le gambe quando la moglie passa con l'aspirapolvere forse non potranno capire che “il mammo” lo si fa per vocazione, mica per un soverchiante ribaltamento dei ruoli in casa.

Prendete Renato Carocci per esempio: romano, 49 anni, due figli, operatore del 118 e pietra miliare dell'associazione “Uominicasalinghi”. «Alle sette del mattino preparo la colazione per tutti – spiega – e tra le otto e le nove e trenta accompagno i bimbi a scuola. Poi via, a fare la spesa: un rito. Che naturalmente avviene dopo essersi premurati di vedere cosa manca in dispensa, la sera prima». Il fatto strano è che la maggior parte di questi casalinghi ha un lavoro, ed investe nella gestione della casa il proprio tempo libero. «è una questione di volontà» spiega Carocci, che non si sente una mosca bianca ma crede che «poi, in fondo, sempre più uomini danno una mano in casa». «Si tratta del risvolto della medaglia dell'emancipazione femminile – spiega a Metro Giampiero Gamaleri, professore di sociologia all'università Roma Tre – una realtà nuova in cui l'uomo ripartisce le funzioni domestiche con la propria compagna riuscendo a far interfacciare in maniera positiva la parte femminile dell'uomo e quella maschile delle donne ». Sarà per questo che, all'improvviso, Carocci mi deve lasciare: «…sa, devo passare l'aspirapolvere…»

(Andrea Barnabeo)

I consigli si scambiano su internet

Sapevate che tra i banchi del supermercato sta per arrivare un carciofo già pronto per la cottura? è una delle tante informazioni che gli aspiranti Mrs. Doubtfire possono reperire sul sitowww. uominicasalinghi.it, dove c'è l'angolo per i pollici verdi, ricette per casalinghi disperati e, immancabilmente, i consigli per la casa. Poi, però, c'è solo da mettersi al lavoro.

Uscito su Metro il 30/05/2008

Condividi questo articolo