Rapporto sulle fonti rinnovabili 2005

Il rapporto tratta – in nove lucidissimi capitoli – gli aspetti relativi al ruolo delle fonti rinnovabili nel sistema energetico, nonché alle prospettive di sviluppo industriale dei settori ad esse collegati.

Un nuovo rapporto dell'ENEA: “LE FONTI RINNOVABILI 2005 – Lo sviluppo delle rinnovabili in Italia tra necessità e opportunità”, si propone di fornire una lettura della realtà e delle prospettive delle fonti rinnovabili in Italia connesse allo sviluppo industriale dei settori produttivi coinvolti Per tale motivo le analisi economiche e tecnologiche nell'area della ricerca energetico-ambientale sono state giustamente integrate con i risultati di esperienze conseguite in ambito imprenditoriale.

Prima di tutto si analizza il ruolo che le rinnovabili ricoprono nella produzione energetica nell'ambito della situazione italiana, con riferimento al contesto comunitario e alle evoluzioni in atto nelle principali aree geopolitiche. (cap. 1 – Produzione di energia da fonti rinnovabili); quindi il sistema degli incentivi vigente in Italia e ne valuta gli effetti sul mercato delle rinnovabili (cap. 2 – Meccanismi di incentivazione e mercato delle rinnovabili in Italia).

Si costruiscono poi scenari di evoluzione del sistema nell'ambito della produzione energetica da fonti rinnovabili in Italia, e presenta alcuni risultati ottenuti con il ricorso a modelli in grado di gestire le interazioni tra settore energetico ed economia (cap. 3 – Il ruolo delle rinnovabili nelle analisi di scenario).

Successivamente si affronta il tema degli effetti del sistema energetico sull'ambiente e sulla salute dell'uomo, e presenta una ricognizione delle metodologie sviluppate per la loro quantificazione e valutazione economica. Il tema della produzione di energia da fonti rinnovabili viene altresì trattato attraverso analisi e riflessioni sulle criticità e sulle opportunità connesse a fattori e meccanismi che ne condizionano, o possono contribuire a determinarne, lo sviluppo (cap. 4 – Esternalità ambientali e cicli energetici).

Vengono presentati, per alcune fonti e tecnologie di produzione di energia elettrica da rinnovabili, casi di investimento con la ricostruzione del cammino percorso dall'ideazione alla gestione dell'intervento al fine di identificare barriere e rischi e di valutare le condizioni necessarie a favorirne il decollo (cap. 5 – Interventi delle imprese sul territorio).

Segue una prospettazione delle condizioni atte a superare le barriere costituite dall'iter autorizzativo nell'ambito delle modifiche del quadro legislativo previste dal decreto di recepimento della direttiva europea sulle fonti rinnovabili (cap. 6 – Effetti del nuovo quadro legislativo: l'autorizzazione unica).

Assieme ad un sintetico stato dell'arte delle tecnologie, abbiamo anche i primi risultati di un'indagine avviata per rilevare e monitorare gli effetti sull'industria di sistemi e componenti degli sviluppi della tecnologia e delle misure adottate per lo sviluppo delle rinnovabili (cap. 7 – Tecnologie e mercato delle rinnovabili).

Si effettua quindi una prima analisi degli indicatori della capacità tecnologica di un Paese sul fronte dell'offerta di impianti/prodotti per l'utilizzo delle fonti rinnovabili. Sono questi fattori, infatti, che ancor più degli stessi dati sulla produzione di energia appaiono in grado di rappresentare l'avvio di processi reali di sviluppo nei settori produttivi connessi alle rinnovabili (cap. 8 – Scambi commerciali e competitività internazionale dell'industria

Infine, si conclude un ragionamento sul ruolo e sulle prospettive che le fonti rinnovabili presentano oggi all'interno del sistema energetico e industriale nelle diverse aree geopolitiche (cap. 9 – Prospettive per il mercato delle rinnovabili in Italia).

L' analisi qui effettuata suggerisce un nuovo approccio che sia in grado di privilegiare, rispetto alla logica della necessità che vuole lo sviluppo delle rinnovabili come risposta alle criticità del sistema energetico e ambientale, la logica delle opportunità in considerazione delle prospettive industriali e di occupazione che fanno, dello sviluppo del mercato di queste tecnologie, un elemento di politica industriale prima ancora che di politica energetica.

Fonte: ENEA

Condividi questo articolo