Rc auto: la lista nera delle polizze "fantasma"

Occhio alla polizza Rc auto con denominazione e logo di Ala Assicurazioni, con sede legale e direzione in Austria (in Italia sede a Roma, via Settecamini 106). La compagnia non è autorizzata a esercitare l'attività assicurativa in Italia. è solo l'ultima delle tante assicurazioni “fantasma” segnalate dall'Isvap in questo ultimo anno.

AALP Autotempo: non autorizzata

L'Istituto di vigilanza sulle assicurazioni mette anche in guardia gli automobilisti segnalando la commercializzazione delle polizze temporanee Rc auto con intestazione AALP Autotempo con sede legale in Francia, 183 Rue Nationale 59800 Lille.

Non sei assicurato

Chi stipula una polizza Rc auto con compagnie non autorizzate non assolve quindi l'obbligo assicurativo previsto e non solo non è coperto in caso di incidente, ma rischia pure il sequestro del veicolo e una sanzione fino a 3.119 euro. Un rischio che corre chiunque stipuli una polizza Rc auto con compagnie non autorizzate. Per questo raccomandiamo a tutti di verificare preventivamente che i contratti Rc auto siano emessi da imprese autorizzate. Puoi consultare l'elenco sul sito www.isvap.it  oppure telefonare allo 06.42.13.31

Trova la polizza che fa per te

Naturalmente, se consultate la nostra banca dati per individuare le cinque polizze più convenienti per il vostro profilo, non dovrete preoccuparvi di fare i controlli sulla compagnia individuata, perché trovate solo quelle autorizzate a operare in Italia.

La lista nera 2010

Ecco le compagnie non autorizzate a emettere polizze Rc auto segnalate dall'Isvap nel 2010:

  • AALP Autotempo
  • Ala Assicurazioni – da non confondere con l'autorizzata Ala Assicurazioni spa
  • Aioi Motor and General Insurance Company of Europe Limited – polizze contraffatte
  • Allianz Hungária Biztosító Részvénytársaság
  • Arisa Assurances S.A.
  • Fomo Assicurazioni
  • Generali Versicherung AG
  • Generali Belgium S.A.
  • HDI Direkt Versicherung AG che ha come intermediario Fin Planet s.p.a.
  • Insurance Company Euroins AD.

Fonte: altroconsumo.it

Condividi questo articolo