RISPARMIO. Sbarca anche in Italia il "Social Lending"

Arriva anche in Italia, dopo la Gran Bretagna dove la community conta 175mila iscritti, il prestito tra privati. Il Social Lending è un modo più intelligente ed equo di prestare denaro: sia i Prestatori che i Richiedenti ottengono migliori interessi senza usufruire dell'intermediazione del sistema bancario.

Il luogo d'incontro è, come sempre, internet. Sul sito internet di Zopa – Zone of Possible Agreement, ovvero zona di possibile accordo – sarà possibile a breve (i primi prestiti, infatti, deevono ancora essere avviati) mettere in contatto domanda e offerta di denaro.

Ma come funziona questo social lending? Dapprima vengono selezionati i Prestatori e in un secondo momento i Richiedenti. Ogni prestito viene suddiviso tra più richiedenti per distribuire il rischio di insolvenza. La piattaforma informatica di Zopa suddivide pertanto le offerte di prestito in tanti piccoli spezzoni che vanno ad altrettanti richiedenti.

Per maggiori info:

www.zopa.it

2007 – redattore: VC

Fonte:helpconsumatori.it

Condividi questo articolo