Salute "a rischio con crollo consumi di frutta e verdura", afferma la Coldiretti

“Il crollo del 20 per cento nei consumi familiari di frutta e verdura avvenuto negli ultimi cinque anni mette a rischio la salute degli italiani ed occorre intervenire soprattutto nelle giovani generazioni per promuovere adeguati stili di vita alimentari”.

 Lo afferma la Coldiretti in occasione dell'iniziativa “Le arance della salute”, promossa dall'Associazione italiana per la ricerca sul cancro (airc). Pane, pasta, frutta, verdura, extravergine e il tradizionale bicchiere di vino consumati a tavola in pasti regolari hanno consentito agli italiani – sottolinea la Coldiretti – di conquistare fino ad ora il record della longevità con una vita media di 77,2 anni per gli uomini e di 82,8 anni per le donne, nettamente superiore alla media europea. Un successo che è messo a rischio dai comportamenti alimentari delle giovani generazioni dove parallelamente al minor consumo di ortofrutta aumenta quello di merendine e bibite gassate con elevato contenuto di grassi, zuccheri, sale e calorie che fanno aumentare i casi di obesità giovanile ed i rischi per la salute. (Agrapress)

Condividi questo articolo