Samsung, nuovi malfunzionamenti: sospese le vendite del Galaxy Note7

Samsung sospende la vendita del Galaxy Note7, questa la decisione del colosso dell’elettronica in seguito agli incidenti che si sono verificati con il nuovo smartphone. A meno di due settimane dal lancio del prodotto, la casa di produzione sud coreana era stata costretta ritirare tutti gli ordini a causa di 35 casi di esplosione della batteria dell’apparecchio, rischio legato soprattutto alle batterie agli ioni di litio, che sono potenzialmente incendiabili.

Infatti il litio è un metallo alcalino caratterizzato da un basso peso specifico e da un elevato potenziale elettronico che lo rende perfetto per le batterie, tuttavia sono proprio queste stesse proprietà a renderlo infiammabile se sottoposto ad un alto stress termico.

Negli USA il Note7 e’ stato richiamato nelle ultime settimane a causa dei malfunzionamenti di smartphone venduti in sostituzione di quelli difettosi e Samsung ha chiesto ai suoi partner, dalle compagnie telefoniche ai rivenditori, di non vendere lo smartphone mentre proseguono le indagini sui recenti incidenti.

“Restiamo impegnati a lavorare diligentemente con le autorità per assumere tutte le misure necessarie a risolvere la situazione”, afferma Samsung.

Condividi questo articolo