Se l'uomo si dedica alle faccende domestiche la sua virilità non ne risente. Anzi…

Secondo una ricerca dell'associazione di sessuologi “Donne e qualità della vita”, se un uomo si dedica alle faccende domestiche non fa la parte della “donna di casa” e la sua virilità non ne risente, anzi. Un maggior coinvolgimento maschile tra fornelli, pavimenti e spesa al supermercato migliora anche la vita sessuale della coppia. La ricerca è stata condotta su un campione di 1.200 coppie di età compresa tra i 25 e i 45 anni. Spiega Serenella Salomoni, presidente dell'associazione: “In queste coppie è emerso che il 22% degli uomini ha fatto almeno il bucato una volta nell'ultimo mese, il 28% non disdegna il cucito, il 37% cucina almeno due volte alla settimana, il 57% dei papà cambia i pannolini ai figli. E almeno una volta al mese il 23% stira.

Anche fare la spesa è diventata un'attività quasi esclusivamente maschile: al supermercato ci va lui in 58 coppie su 100. E infine, incredibile ma vero, il 5% lavora a maglia“. Le donne, di questa “inversione di ruoli”, sono decisamente contente: il 78% di chi ha un marito “casalingo” non lo cambierebbe per tutto l'oro del mondo. E se l'uomo è più coinvolto nella gestione della casa, migliora anche l'intesa sessuale dei partner. “E' una dinamica che non si interrompe. Gli uomini avvertono che la loro compagna, se aiutata e sostenuta, si sente capita, protetta e amata, non si stanca e non si stressa e in qualche modo sviluppa un senso di complicità maggiore con loro. Motivo per cui i maschi che l'hanno capito continuano a fare il bucato e a stirare, e le loro donne li lasciano fare più che volentieri. Chi ne beneficia è la sfera sessuale”.

Più maschio con lo spazzolone in mano? “Quando l'uomo è più partecipe in casa ” spiega la psicoterapeuta – aumentano gli spunti di dibattito, il dialogo, e quindi i pretesti per coinvolgersi di più nei giochi di coppia”. Dal canto loro, le donne ora svolgono i ruoli che una volta erano di competenza maschile: il 32% aggiusta i rubinetti, il 27% lava la macchina, il 23% si dedica al bricolage, il 45% taglia l'erba del prato. E 34 donne su 100 hanno imbiancato la casa negli ultimi 5 anni. Ma le sorprese non mancano nemmeno da parte femminile: mentre il 5% dei mariti lavora a maglia, il 9% gioca a calcio con il figlio o lo accompagna allo stadio.

di Monica Maggi

Fonte:http// canali.libero.it/affaritaliani/culturaspettacoli/perpiacermio060608.htm

Condividi questo articolo