Seggiolini auto per bambini

Quello che importa quando si compra un seggiolino auto per bambini è che sia sicuro: il nostro test dimostra che la sicurezza c'è quasi dappertutto, tranne in una delle categorie testate, dove invece sembra essere un optional. Infatti nel gruppo 1/2/3 (quello per bambini che pesano da 9 a 36 chilogrammi), ben quattro modelli su cinque vengono bocciati. Nonostante questo, però, ricordate che una cattiva protezione è sempre meglio di nessuna protezione: quindi l'uso di un qualsiasi seggiolino (anche quello che ottiene i risultati peggiori) offre comunque più sicurezza a un bambino che farlo accomodare sul normale sedile per adulti.

In totale abbiamo preso in esame 28 seggiolini, tenendo conto anche del peso, della comodità d'uso e della presenza del sistema universale di aggancio Isofix: per essere più severi però il test si è basato su prove tecniche un po' cambiate rispetto al passato (nuovi manichini e telai delle auto diversi), cosa che rende i risultati non confrontabili con quelli dei nostri articoli precedenti. Per questo, abbiamo testato nuovamente quei modelli che in passato avevano ottenuto i risultati migliori nel campo della sicurezza (4 e 3 stelle) e che sono ancora in commercio, cercando di scoprire se confermavano la loro performance precedente. Due sono risultati meno sicuri: Maxi-Cosi Tobi, con tre stelle invece di quattro, e Chicco Max 3s, che è stato addirittura bocciato e che nel test precedente aveva ottenuto quattro stelle. Inutile invece riesaminare quelli che avevano ottenuto i risultati peggiori: con le nuove procedure di test non avrebbero potuto comunque migliorare.

Qualche stella in meno

Sul fronte della sicurezza, come abbiamo già detto, i risultati sono generalmente positivi, tranne che nel gruppo 1/2/3. Qui, l'unico a ottenere tre stelle è Stm Starlight SP, mentre Nania New fix SP ne ottiene appena una sola.

In questo gruppo bisogna anche segnalare due situazioni che ci hanno spinto a dare voti più bassi. Primo, ci sono seggiolini che non dispongono di una cintura di sicurezza interna per i bambini più piccoli. Secondo, alcuni dispositivi prevedono che si possa togliere lo schienale nel caso in cui i bambini pesino più di 22 chilogrammi. Meglio evitarlo, perché così non si offre al piccolo una buona protezione laterale. In generale, il nostro consiglio è di usare i seggiolini del gruppo 0+ il più a lungo possibile e poi passare a quelli del gruppo 1, piuttosto che scegliere uno della categoria 1/2/3. è questo il motivo per cui non diamo il Miglior Acquisto per questo gruppo.

Negli altri gruppi (0+ per bambini di peso da 0 a 13 kg con 7 modelli, 1 per bambini di peso da 9 a 18 kg con 8 modelli e 2/3 per bambini di peso da 15 a 36 kg con 8 modelli) tutti i seggiolini analizzati ottengono dalle tre alle cinque stelle, con l'unica eccezione di Cam Le Mans nel gruppo 2/3, che ne ottiene solo due.

Il cattivo risultato dipende dalla prova fatta seguendo il manuale di questo seggiolino. Le istruzioni infatti indicano che i genitori possono scegliere tra usare lo schienale o no per i bambini del gruppo 3 (tra ventidue e trentasei chilogrammi di peso), e non sottolineano che comunque è meglio usarlo.

I più sicuri sono quelli del gruppo 0+, dove tre seggiolini (Maxi-Cosi Cabriofix, Britax Cosytot e Recaro Young Profi Plus) si aggiudicano ben cinque stelle. In generale la protezione offerta in caso di impatto laterale è buona: la testa è ben contenuta e c'è buon sostegno per l'area del collo. Per la protezione da impatto frontale, i risultati migliori li hanno avuti i seggiolini del gruppo 0+.

Facili da usare

Sul fronte della facilità d'uso (istruzioni, rischio errori nel fissaggio, posizionamento del bambino…) i dati sono positivi nella stragrande maggioranza dei casi. Jané Matrix Cup ottiene un punteggio poco brillante, mentre Nania New Fix SP un giudizio negativo.

- Istruzioni: in generale i seggiolini “devono parlare da soli”, nel senso che i genitori dovrebbero capire senza troppi sforzi come montarli e come far sedere i figli. Comunque il test ha valutato come più che buoni i libretti di istruzione. Inoltre, potrebbero essere migliorate le istruzioni presenti direttamente sul seggiolino. Ricordatevi che secondo le normative in vigore ci dovrebbe essere un avvertimento contro l'uso sul sedile anteriore del passeggero dei seggiolini del gruppo 0+. Inoltre si dovrebbero usare gli altri solo in assenza di airbag. Infatti, se questo si apre in caso di incidente può essere molto pericoloso per il piccolo. In ogni caso, per essere sicuri, il nostro consiglio è di non montare mai davanti alcun tipo di seggiolino e far viaggiare sempre i piccoli sui sedili posteriori. Al di là dell'airbag, infatti, il posto davanti è sempre più a rischio in caso di incidente, senza contare che la presenza del piccolo a fianco del guidatore lo può anche distrarre.

- Rischio di errori: la protezione offerta da questi dispositivi diminuisce in modo drammatico se vengono montati non correttamente e in particolare nel caso di punto di aggancio sbagliato della cintura. Dai nostri test emerge che ci si può sbagliare e credere di aver installato il seggiolino bene, mentre in caso di incidente si scopre che non è così. Questo spiega il voto negativo dato a Jané Matrix Cup e a Nania New Fix SP.

Tutti positivi i risultati per quanto riguarda la facilità di pulizia del materiale con cui il seggiolino è fabbricato, la facilità nel far sedere il bambino e farlo alzare (che in tabella è espressa con posizionamento del bambino) e la facilità di installazione.

Ancora poco Isofix

Un dato ancora poco confortante è la diffusione dell'Isofix: si tratta di un sistema universale di aggancio dei seggiolini all'auto, con tre punti di ancoraggio. è stato messo a punto dai produttori in accordo con le case automobilistiche e garantisce la massima protezione possibile.

Sebbene da tempo le associazioni di consumatori chiedano che venga reso obbligatorio (e Altroconsumo si batte da 15 anni affinché diventi davvero universale), nel nostro test è risultato essere disponibile solo su alcuni modelli nel gruppo 0+ e 1.

Inoltre, in molti casi in questi modelli erano disponibili solo due punti di ancoraggio invece che tre.

Miglior-Acquisto

Il nostro test sui seggiolini auto per bambini ha evidenziato aspetti positivi sulla sicurezza. Gli unici che hanno dato cattivi risultati sono quelli del gruppo 1/2/3, con quattro bocciati su cinque: il nostro consiglio è usare quelli del gruppo 0+ fino a quando possibile e poi passare a quelli del gruppo 1 piuttosto che quelli del gruppo 1/2/3. Buoni risultati anche sulla facilità d'uso. Da rivedere invece la diffusione dell'Isofix. Nel gruppo 0+, il Migliore del Test è Maxi-Cosi Cabriofix (278 euro), mentre il Miglior Acquisto è Bebecar Easybob Maxi SSP (140-160 euro). Nel gruppo 1, i Migliori del Test sono Römer Duoplus Isofix (319 euro) e Britax Duoplus Isofix (289-299 euro), che è anche il Miglior Acquisto. C'è anche una Scelta Conveniente, per il buon livello qualitativo e la convenienza del prezzo, che è Concord Trimax (165 euro). Nel gruppo 1/2/3, il Migliore del Test, (nonché unico seggiolino a non essere bocciato per questioni di sicurezza) è Stm Starlight SP (210 euro). Infine, nel gruppo 2/3, il Migliore del Test è Römer Kidfix (179 euro) e il Miglior Acquisto è Maxi-Cosi Rodi XR (115-145 euro).

Fonte: www.altroconsumo.it


Condividi questo articolo