SENTENZA. Corte di Cassazione stabilisce: "Lavoro domestico è attività lavorativa"

Con la Sentenza n.20324 del 20 ottobre 2005 la Corte di Cassazione ha stabilito che l'attività della casalinga sia suscettibile di valutazione economica ai fini del risarcimento patrimoniale in caso di invalidità, equiparando sostanzialmente il lavoro domestico a quello fuori casa. Il caso trattato riguardava una donna resa invalida a seguito di un incidente stradale: il danno riportato non le consentiva più di svolgere i lavori domestici.

In primo grado il Tribunale di Verona condannò la compagnia assicuratrice a risarcire il solo danno biologico e morale, rigettando la richiesta di riconoscimento di un danno anche patrimoniale in quanto la signora non esercitava un'attività lavorativa remunerata. La Suprema Corte, ribaltando i precedenti gradi di giudizio, ha invece accolto la domanda della danneggiata. “Chi svolge attività domestica (attività tradizionalmente attribuita alla “casalinga”) – ha osservato la Corte – benchè non percepisca reddito monetizzato, svolge tuttavia un'attività suscettibile di valutazione economica; sicchè il pregiudizio subito in conseguenza della riduzione della propria capacità lavorativa, se provato, va legittimamente inquadrato nella categoria del danno patrimoniale (come tale risarcibile, autonomamente rispetto al danno biologico)”.

La Corte, nelle motivazioni, ha richiamato i principi già espressi in sue precedenti sentenze (Cass. n. 15580/2000 e n. 4567/2005): il fondamento del diritto al risarcimento del danno inerente al lavoro casalingo è di natura costituzionale: esso si basa sull'articolo 4 della Costituzione che tutela qualsiasi forma di lavoro, e sugli art. 36 e 37 Costituzione (che difendono i diritti del lavoratore e della donna lavoratrice).

In conclusione, ha sostenuto la Cassazione, ogni persona ha il diritto di scegliereliberamente la propria attività, da esercitare fuori o dentro le mura domestiche; inoltre la casalinga svolge un ruolo importante nella società, ha una sua capacità produttiva, quantificabile anche dal punto di vista economico.

26/10/2005

HC 2005 – redattore: AA

Condividi questo articolo