SICUREZZA ALIMENTARE. Allarme MC per i cereali all'inchiostro

Paesi europei hanno ritirato i prodotti a rischio contaminazione. L'Italia invece non si è mossa. Movimento Consumatori: “Ritirare immediatamente dal mercato i cereali a rischio”.

Dopo il latte contaminato da tracce di inchiostro usato per fissare la stampa delle confezioni, adesso tocca ai cereali destinati sempre ai bambini. A lanciare l'appello è il Movimento Consumatori che fa notare: “Evidentemente i processi di produzione dei cartoni per gli alimenti, nonostante l'allarme lanciato dalla stessa Unione Europea, non ha subito modifiche”.

“La gravità del fatto è ancora più elevata in quanto ancora una volta gli alimenti contaminati sono destinati ai bambini – spiega Lorenzo Miozzi, presidente del Movimento Consumatori – Come mai Paesi come la Spagna, Portogallo, Belgio, Grecia e Germania, appena scattato l'allarme nel febbraio scorso, hanno subito ritirato i prodotti contaminati o a rischio contaminazione, mentre il nostro Paese non si è mosso?

Su un articolo apparso sul settimanale Il Salvagente, infatti, si apprende che la catena Lidl vende ancora i cereali Choco-Honey della marca Crown Field risultati contaminati da tracce di inchiostro. “Chiediamo, pertanto – conclude il presidente del Movimento Consumatori – che alimenti vengano ritirati immediatamente dal mercato, anche solo per precauzione, e che il Ministero del Welfare faccia chiarezza quanto prima”.

2009 – redattore: VC

Fonte: helpconsumatori.it

Condividi questo articolo