SICUREZZA ALIMENTARE. Uova adulterate, MDC e Confconsumatori: "Necessario garantire i cittadini"

Inchiesta Nas su uova adulterate, Movimento difesa del Cittadino annuncia esposto in procura: “Subito i nomi delle aziende che hanno usato uova con vermi e muffe in prodotti alimentari”.

“I consumatori lombardi sono molto preoccupati, vogliamo sapere in che prodotti sono state impiegate le 'uova marce' che anziché smaltite correttamente come rifiuti pericolosi perché invase da muffe, parassiti e in stato di putrefazione, sono finite invece nei prodotti alimentari, come ha portato alla luce l'operazione odierna del Nas dei Carabinieri”. A sostenerlo è Lucia Moreschi, responsabile Movimento difesa del Cittadino Lombardia, che annuncia anche un esposto alla Procura della Repubblica di Milano “per chiedere che si indaghi e che si garantisca ai cittadini un'informazione corretta e tempestiva. I consumatori – continua Moreschi – dovranno conoscere al più presto nomi delle aziende coinvolte che si sono prestate a questa gravissima frode per capire e conoscere in quali prodotti possano essere finite le uova con vermi e muffe”.

“Nell'ambito dell'indagine grazie a numerosi arresti compiuti dai Carabinieri, è stata sgominata una banda di truffatori molto ben ramificata anche in Lombardia, e sequestrate 32 milioni di uova – nota ancora Moreschi. L'operazione conferma quindi l'impegno delle Istituzioni nel vigilare sulla nostra salute. Siamo però molto preoccupati dal fatto che molte uova contraffate siano già state utilizzate nella produzione di alimenti e dalla facilità con cui possano verificarsi simili truffe che mettono in grave pericolo la salute dei cittadini, già provati dall'emergenza aviaria, e la credibilità degli imprenditori alimentari onesti, soprattutto di quelli che puntano con decisione su qualità e sicurezza di ciò che producono”.

Anche Confconsumatori ha espresso forte preoccupazione per la vicenda: “Ancora una volta – dice Francesca Arnaboldi, presidente lombarda dell'organizzazione – una criminale truffa alimentare mette a repentaglio la salute dei consumatori. Ieri il latte all'acqua ossigenata, oggi uova putrefatte utilizzate nelle preparazioni alimentari: un fatto così grave richiede l'impegno e la collaborazione fattiva di tutti, dalle istituzioni, agli attori della filiera alimentare. Episodi come questi dimostrano la necessità di una rete di allerta rapida efficace in grado di tutelare la salute dei cittadini”.

HC 2005 – redattore: NZ

Fonte: Help consumatori

Condividi questo articolo