Sicurezza dei bambini, NAS di Genova sequestrano giocattoli non conformi

32.500 peluche, per un valore di 160.000 euro, che non rispettavano gli standard di sicurezza previsti per i destinatari del prodotto. È questo l’esito di un’operazione congiunta tra i funzionari antifrode della Agenzia della Dogane di La Spezia e i Carabinieri del N.A.S. di Genova che ha impedito che venissero immessi nel circuito commerciale giocattoli da ritenersi pericolosi per la salute dei più piccoli. Un risultato reso possibile grazie ad una intensa attività di monitoraggio ed analisi delle banche dati dell’Agenzia della Dogana, che ha consentito di mettere sotto osservazione una partita di giocattoli provenienti da un Paese dell’estremo oriente e destinati ad una società marchigiana operante sull’interno territorio nazionale.

I successivi approfondimenti investigativi e le successive analisi di laboratorio hanno consentito di far emergere, all’interno del carico, la presenza di giocattoli non rispondenti ai requisiti generali di sicurezza. I giocattoli sotto sequestro riportavano una marcatura CE falsa e presentavano una consistente e continua perdita di peli, potenziale causa di problemi per la salute se ingeriti, aspirati o messi a contatto con le mucose oculari. L’importatore è stato denunciato per falso ideologico, violazione del codice del consumo e della normativa per la sicurezza dei giocattoli. Per maggiore precauzione è stata poi avviata la procedura di allerta comunitaria.

Condividi questo articolo