SICUREZZA STRADALE. Dal 2012 nell'Ue venduti solo pneumatici sicuri e silenziosi

Dal 2012 in Europa si venderanno soltanto pneumatici sicuri, silenziosi, che riducono il consumo di carburante. E' quanto prevede un regolamento adottato oggi dal Parlamento Europeo volto a aumentare la sicurezza e l'efficienza ambientale ed economica dei trasporti stradali. Da novembre 2012 tutti i nuovi pneumatici venduti nell'Unione Europea saranno classificati ed etichettati in base al consumo di carburante, al rumore esterno di rotolamento e all'aderenza sul bagnato. Grazie all'etichetta, simile a quella degli elettrodomestici, i consumatori potranno paragonare le caratteristiche dei diversi pneumatici prima dell'acquisto, e fare dunque una scelta consapevole.

Come per l'etichettatura energetica europea, anche quella per i pneumatici presenterà una classificazione dell'efficienza nel consumo di carburante su una scala che va dalla migliore prestazione (classe “A” verde) alla peggiore (classe “G” rossa).

I fornitori, inoltre, dovranno dare informazioni circa le prestazioni in termini di aderenza al bagnato e di rumore esterno del rotolamento (espresso in decibel). Tutti i pneumatici prodotti dopo il 1° luglio 2012 e destinati ad autovetture e veicoli commerciali leggeri dovranno essere muniti di un autoadesivo o essere accompagnati da un etichetta quando distribuiti da un fabbricante a un negozio o un garage.

Il regolamento si applica ai pneumatici di classe C1, C2 e C3, ossia a quelli destinati alle autovetture e ai veicoli commerciali leggeri e pesanti, ai rimorchi e agli semirimorchi. Non si applica invece ai pneumatici ricostruiti, a quelli da fuori strada professionali e a quelli progettati per essere montati soltanto su veicoli immatricolati per la prima volta anteriormente al 1º ottobre 1990. Non si applica nemmeno ai pneumatici di scorta ad uso temporaneo, a quelli di categorie di velocità inferiori a 80 km/h a quelli chiodati e a quelli progettati per essere montati soltanto su veicoli destinati esclusivamente alle corse automobilistiche.

Per promuovere i pneumatici molto silenziosi, il Parlamento ha negoziato la modifica del relativo pittogramma. Il livello del rumore esterno dovrà quindi essere indicato con un numero crescente di “onde” nere emesse da un “altoparlante”. Ad esempio, i pneumatici silenziosi destinati alle autovetture (che producono meno di 68 decibel) saranno etichettati con un'onda nera e due bianche al fianco del valore in decibel. In forza al regolamento, gli Stati membri non potranno offrire incentivi a favore di pneumatici inferiori alla classe C in relazione sia al consumo di carburante sia all'aderenza sul bagnato. E' peraltro precisato che misure fiscali e di bilancio “non costituiscono incentivi ai fini del presente regolamento”.

2009 – redattore: GA

Fonte: helpconsumatori.it

Condividi questo articolo