Spreco alimentare, Coop: le azioni per trasformare le eccedenze in solidarietà

È sempre più probabile che nel prossimo futuro il mondo si troverà a dover affrontare il paradosso della scarsità di cibo in rapporto a con la quantità di alimenti che vengono sprecati. Nel nostro Paese, ad esempio, ci sono oltre 4 milioni di poveri assoluti non in grado di assicurarsi quello che è considerato uno standard minimo di vita accettabile. Nel contempo, ogni anno finiscono tra i rifiuti 10 milioni di tonnellate di prodotti alimentari che quantificati economicamente corrispondono ad un valore di circa 37 miliardi di euro (450 euro/anno per famiglia).

A livello mondiale invece, ogni anno 1,3 miliardi di tonnellate di cibo vengono sprecate o si perdono nella filiera alimentare ed un miliardo di persone al mondo non ha accesso a sufficienti risorse alimentari.

Drammi noti ed enormi. Coop da anni è attenta a questa tematica ed ha attivato una serie di progetti e azioni concrete volte alla riduzione di questo problema. L’occasione per discutere e confrontarsi sul tema sarà l’evento organizzato dall’Associazione Nazionale Cooperative Consumatori – Coop, nel corso dell’evento “Meno spreco più solidarietà. Le azioni di Copp per ridurre e donare le eccedenze alimentari”, che si svolgerà a Roma il prossimo 20 ottobre. Alla tavola rotonda parteciperanno molti tra associazioni ed esperti.

 

Condividi questo articolo